Comune di Cosenza

Il contributo degli ordini professionali alla "Città Intelligente". Primo confronto a Palazzo dei Bruzi

Castello Svevo
Città di Cosenza
Notizie
Home Page » Canali » Archivi » Notizie » lettura Notizie e Comunicati
.
Il contributo degli ordini professionali alla "Città Intelligente". Primo confronto a Palazzo dei Bruzi
smart city
03-04-2012

Viene spesso indicata tra le doti essenziali di un buon politico, tanto più se impegnato nell’amministrazione della cosa pubblica. È la lungimiranza, leggasi anche la capacità di saper predisporre il territorio amministrato ad accogliere le risorse finanziarie delle quali – per nostra fortuna – l’Europa è e sarà ancora prodiga.
In questo principio generale – che poi nei fatti si traduce anche in una buona pratica di democrazia partecipata – si può rintracciare l’obiettivo macro del tavolo che questa mattina, nel Palazzo di Città, ha riunito gli Ordini professionali di Cosenza e l’Amministrazione comunale – espressa nelle deleghe della innovazione tecnologica, guidata da Geppino De Rose, e della sostenibilità ambientale, rappresentata dal consulente tecnico dell’assessorato Valerio Boccone.
Oggetto della discussione, lavorare ad un modello di Smart City, ovvero Città Intelligente, “non quale percorso di tendenza” – ha puntualizzato l’assessore De Rose -, ma come efficace momento di sintesi di tutte quelle tematiche che confluiscono nella sostenibilità ambientale, obiettivo che l’Amministrazione comunale a guida Occhiuto ha scritto a lettere cubitali nella agenda delle sue priorità.
“Dobbiamo disegnare insieme il percorso – è la premessa di Geppino De Rose – individuando e facendo leva sui punti di forza e sgomberando il campo da un equivoco di fondo, che la Smart City sia soltanto un problema di tecnologia”. E gli interventi dei presidenti, o loro delegati, degli ordini professionali hanno subito evidenziato di aver colto che è nell’innovazione, della quale la tecnologia è certamente un aspetto importante ma non esclusivo, che si gioca la sfida di un sistema urbano che ‘intelligentemente’ realizzi la propria sostenibilità. Che ha certamente una connotazione economica; troppo spesso, nelle città, si sono impiegate male le risorse proprio per l’assenza a monte di una conoscenza e di un monitoraggio del territorio - è l’input di Valerio Boccone. Perdite idriche, dispersione energetica, tanto per fare gli esempi più eclatanti, se conosciute e monitorate conducono ad una seria politica di razionalizzazione dell’intervento e conseguentemente dei costi. Il piano energetico comunale o il Piano regolatore dell’illuminazione pubblica, ai quali sta lavorando l’assessorato della Hauser, sono figli di questa impostazione.
Ma Smart City è più complessivamente innovazione sociale, abbracciando dimensioni che coinvolgono il capitale umano con le sue competenze e capacità relazionali, e la governance, che su quelle competenze e su quelle capacità relazionali impronta i propri modelli di governo.
L’incontro odierno ha dato corpo a questo nuovo metodo e la disponibilità formale ha subito lasciato il posto ad un coinvolgimento dinamico degli ordini professionali – oggi più disponibili al dialogo – è stato sottolineato. Alcuni già impegnati in progetti che ben si inquadrano nel mosaico più ampio della Smart City, dalla geotermia attenzionata dai geologi, al programma Horizon 2020, che per la prima volta raggruppa l’insieme degli investimenti dell’UE per la ricerca e l’innovazione, che coinvolge già i biologi. Categorie apparentemente distanti da un progetto di questa natura vi entrano da attori principali, i commercialisti –interlocutori privilegiati di quel tessuto imprenditoriale che è humus per l’innovazione - agli avvocati, chiamati a studiare, e contribuire a colmare, quei vuoti legiferativi che una materia tanto ‘giovane’ irrimediabilmente porta con sé. Verde urbano, bioedilizia, e l’assoluta trasversalità di un diritto essenziale che è quello alla salute entrano in gioco – con gli architetti, gli ingegneri, gli agronomi, i medici - in un confronto costruttivo che, proseguirà nelle prossime settimane, con l’elaborazione di schede di progetto nelle quali ogni ordine professionale possa racchiudere la propria idea.
L’Amministrazione comunale andrà avanti nel suo confronto anche con gli altri stakeholders, per la costruzione di quella rete cittadina alla quale l’Europa del prossimo settennio di risorse guarderà come destinatario privilegiato e garante di sostenibilità.

Autore: Annarita Callari

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

palazzo di città
09-07-2020 -
La Commissione straordinaria di liquidazione, presieduta dal Dott. Francescopaolo Di Menna e composta ....
foto sindaco occhiuto
03-11-2019 -
“Con rammarico ho appreso dalla stampa la triste storia della signora Grazia, residente a Rende ....
Mario Occhiuto OK
16-10-2019 -
“Eravamo ampiamente preparati a questa situazione anche se, com’è ovvio, abbiamo posto ....
panoramica 1
16-10-2019 -
Le Sezione Riunite della Corte dei Conti hanno confermato la deliberazione di dissesto emessa dalla Sezione ....
palazzo di città
15-10-2019 -
Il TAR Calabria con sentenza n.1673 del 14.10.2019 ha definitivamente rigettato i ricorsi proposti da ....
Presentazione Expo Senior junior Baby 2019
14-10-2019 -
Quest’anno si rivolge in particolare ai tanti giovani e ai tanti nonni la sesta edizione di “Expo ....
Don Francesco Mottola
12-10-2019 -
Don Francesco Mottola, il santo sacerdote che ha unito contemplazione e carità dedicando la propria ....
Lutto Fiocco Nero
07-10-2019 -
Il sindaco Mario Occhiuto ha emanato un’apposita ordinanza in cui proclama il lutto cittadino per ....
Capitano Ultimo a Cosenza
05-10-2019 -
Il carabiniere Sergio De Caprio considera i colleghi di tante pericolose operazioni dei “fratelli”, ....
28-09-2019 -
“A Cosenza il raduno nazionale degli alpini”. Il vice sindaco e assessore alla Cultura Jole ....

Eventi correlati

Dal 28-04-2012
al 29-04-2012
Luogo: Telitalia
Data: 15-04-2012
Luogo: Telespazio Calabria
- Inizio della pagina -

Il portale del Comune di Cosenza è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Responsabile del Procedimento di Pubblicazione - Privacy - Note legali - Posta Elettronica Certificata - IBAN - Fatturazione Elettronica - IBAN - Dichiarazione di accessibilità

Piazza dei Bruzi, 1 - 87100 Cosenza - Telefono +39.0984.8131 +39.0984.813217

Partita Iva: 00314410788 - Codice Fiscale: 00347720781

Il progetto Comune di Cosenza è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.