Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2005

L‘obiettivo di giovani fotografi sulle bellezze naturali di Cosenza

13 mag 2005
(13/5) (UfficioStampa) -
Giovani talenti fotografici puntano l’obiettivo sulle bellezze naturali della loro città. All’Istituto tecnico commerciale “A. Serra” di Cosenza, il Dirigente Scolastico Antonia Vetere ha presentato la mostra di fotografia naturalistica riguardante la Villa Vecchia, il fiume Crati e il Parco Fluviale. La mostra è stata realizzata dagli alunni della classe 1A IGEA dell’istituto, sotto la guida dei professori Diego Garrini ed Elena Santoro, con la collaborazione della Casa della Natura di Rende.
Nel corso della presentazione la professoressa Santoro ha illustrato tutti i lavori relativi all’Educazione Ambientale effettuati dalla scuola con il supporto anche delle nuove tecnologie di cui si è occupato il prof. Francesco Esposito.
Vincitori sono risultati, ex aequo, i lavori:
· PENNELLATA DI GIALLO di BABARA MORELLIper aver saputo cogliere con occhio innocente e maestria fotografica l’impronta di una presenza divina nella natura.
· OFFERTA DELLA NATURA di CORRADO GIORDANOla magia della natura è stata colta ed immortalata nella sua quotidiana offerta: il dono dell’acqua, elemento prezioso ed insostituibile per la vita.
· Fiume CRATI, CULLA DELLA VITA di BARBARA MORELLI
Per il senso di bellezza e di movimento che la foto offre, ma anche per la grande riflessione che essa ispira al distratto passante.
Alla mostra ha partecipato l’assessore ai Diritti del cittadino Vincenzo Gallo, il quale ha espresso apprezzamento per l'iniziativa della scuola, “che dimostra –ha detto- che nel Comune di Cosenza esiste un patrimonio naturale di grande interesse, che merita di essere conosciuto e valorizzato”.
L’assessore Gallo ha fatto anche presente che dovrebbe essere avviato entro l'estate il progetto del Comune dal titolo "Itinerari verdi, alla riscoperta di antichi sentieri", che prevede l'utilizzo di 15 volontari del servizio civile nazionale. Sarà possibile, pertanto, promuovere la valorizzazione soprattutto dell'area collinare a sud del centro storico, sottoposta a vincolo paesaggistico, pari a circa il 50% del territorio comunale, che costituisce di fatto un parco naturale di 1700 ettari.