Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2005

Comincia venerdì lo straordinario viaggio Telecom a Cosenza

15 mag 2005
(15/5) (UfficioStampa) - Parte da Cosenza il Viaggio nella cultura italiana che Telecom Italia riserva, per il 2004, a sole quattro città.
Saranno fitti di eventi importanti, spesso in contemporanea, le tre giornate dal 21 al 23 maggio prossimi.
Il “Viaggio Telecom. Cultura per tutti” è stato illustrato oggi dal sindaco Eva Catizone e dall’assessore Franco Piperno.
“E’ la prima volta –ha detto il sindaco- che nella nostra città vivremo un evento culturale di questa portata senza che il Comune debba finanziarlo. Siamo riconoscenti alla affettuosa mediazione di una donna di cultura come Lina Sotis, che ha indotto Marco Tronchetti Provera a portare lo sguardo verso la nostra città.”
“E’ poi per noi motivo di orgoglio –ha continuato il sindaco- che il tema scelto per Cosenza sia all’insegna delle categorie dell’utopia e dell’eresia, poichè viene così riconosciuto una volta di più che la principale caratteristica di Cosenza è legata all’attività intellettuale”.
Il sindaco ha quindi indicato all’attenzione dei presenti alcuni eventi in particolare, come il grande Corteo federiciano del 21 maggio, la possibilità di vedere dal vivo la Stauroteca che stazionerà qualche giorno in Duomo, la lectio magistralis di Tzvetan Todorov su Puissances de l’amour, la mostra di manoscritti originali di grandi studiosi come Gioacchino da Fiore, Bernardino Telesio, Tommaso Campanella.”
“Portare la cultura a tutti”: questo il più grande merito dell’iniziativa Telecom, secondo l’assessore Piperno, che ha sottolineato come anche persone non aduse a letture di libri potranno sapere, assistendo al Corteo di Federico, di un evento storico di otto secoli addietro.
“Il programma privilegia la politica della memoria e l’orgoglio del proprio passato. Cosenza è quasi coeva di Roma eppure non molti, anche calabresi, hanno questa consapevolezza.” Piperno ha detto ancora che è significativo che un grande imprenditore del Nord abbia scelto Cosenza per iniziare un viaggio culturale.
L’assessore si è poi brevemente soffermato sulle iniziative che avranno al centro Gioacchino da Fiore, “figura il cui pensiero di carattere internazionale non a caso verrà illustrato al pubblico da uno studioso americano”.
Alla conferenza stampa erano presenti anche il Presidente della Circoscrizione del centro storico Umile Trausi, il responsabile della Libreria universitaria Tonino Magnelli, dirigenti comunali tra cui il comandante dei vigili urbani Ugo Dattis, cui è toccato dare utili informazioni di servizio.
Il centro storico, dove si svolgeranno gli eventi, dovrà essere chiuso al traffico e alla sosta delle auto in giorni ed ore che verranno comunicati puntualmente. Funzionerà però un servizio di bus navetta. I residenti avranno a loro esclusivo uso il parcheggio di Lungo Crati. Per necessità particolari ci saranno a disposizione le auto del Comune che potranno accompagnare alle abitazioni persone in difficoltà.
Due appuntamenti per le prossime ore:
Lunedì 17 dalle 9 alle 18 all’Auditorium del Liceo classico saranno scelti i figuranti per grande Parata storica. Saranno privilegiati i residenti del centro storico.
Martedì 18 alle ore 19 Consiglio straordinario della Circoscrizione in via Cafarone per organizzare insieme a cittadini, che sono invitati a partecipare, ogni accorgimento utile a far sì che tutto vada per il meglio e che gli inevitabili disagi siano ridotti al minimo.
A margine della conferenza stampa, commentando la notevole crescita di presenza di turisti in città, il sindaco Catizone ha preannunciato misure opportune a rendere meglio fruibile il centro storico, sia attraverso limitazioni al traffico che con una diversa politica dei contributi.
“Pensiamo di modificare -ha detto- la vecchia delibera che prevedeva finanziamenti per aperture di esercizi e ristrutturazioni. Il centro storico oggi ha bisogno di provvedimenti più mirati a creare e trattenere turismo. Così penso che sarà opportuno riservare fondi per opere strutturali come il rifacimento di tetti e facciate, e per incentivare l’apertura di bed and breakfast, attività che creerebbe nella città antica posti-letto per i visitatori, ma anche posti di lavoro nuovi, in buona parte femminili”.