Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Colpisce il 20% degli anziani in Occidente la degenerazione maculare

06 nov 2004
(6/11) (UfficioStampa) -
Il Club di Cosenza di Zonta International ha tenuto ieri, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, l’incontro che ormai tradizionalmente a novembre inaugura il nuovo anno di attività e serve allo stesso tempo a promuovere la divulgazione su un tema di diffuso interesse.
Questa volta si è parlato di “Degenerazione maculare senile”, su cui ha relazionato il prof. Pasquale Alberto De Napoli, che, cosentino d’origine, da anni vive e lavora in Toscana, dove è Direttore del Dipartimento tecnico e scientifico dell’Azienda Sanitaria n° 6 di Livorno, Primario della Divisione Oculistica dell’Ospedale di Livorno e Docente presso la Scuola di Specializzazione in Oftalmologia all’Università di Pisa.
Coordinato dalla giornalista Elena Scrivano, l’incontro è iniziato con il saluto istituzionale dell’Amministrazione comunale, portato dall’assessore Felicita Cinnante, in assenza del sindaco Eva Catizone, impegnata a Genova.
L’ Assessore alle Pari Opportunità ha espresso compiacimento per tutte le iniziative di servizio che lo Zonta International porta avanti, con particolare attenzione e sensibilità ai problemi delle donne, ma anche ad altre categorie come quella degli anziani, oggi molto più numerosi che in passato grazie all’allungamento della vita media.
Rosa Amendola, Presidente di recente rieletta per un secondo biennio alla guida del Club, ha illustrato le attività dello Zonta International, che opera a livello internazionale, e in questo momento è particolarmente impegnato in Afghanistan e in Niger. Molte le iniziative in programma anche a Cosenza nel corso dell’anno, tra cui la seconda edizione del Premio Pancrazio, rivolto ad una personalità di spicco calabrese che si è distinta in ambito sociale e culturale, e la più imminente, Donna Arte, Mostra-mercato di prodotti creati dalle donne, che si terrà i prossimi 27 e 28 novembre presso i locali dell’ex deposito ferroviario di Piazza Matteotti.
Quindi, il professore De Napoli ha svolto la sua interessante relazione, spiegando che la degenerazione maculare senile è una patologia che colpisce il 20% della popolazione anziana in occidente, è strettamente legata all’età e può colpire entrambi gli occhi, provocando una considerevole riduzione della vista.
Il professore si è a lungo soffermato sulle conseguenze che la degenerazione porta, soprattutto difficoltà di lettura e incapacità di distinguere le distanze.
Purtroppo ancora poco possono i farmaci e gli interventi con il laser, mentre la prevenzione sembra l’unico modo per contrastare o, quanto meno, ritardare, questa patologia che crea gravi invalidità. “Non è chiara, purtroppo, la causa della malattia- ha concluso il professore- ma suggerisco una sana prevenzione anche e soprattutto fra i giovani”.
Ampio il dibattito che ne è seguito con domande provenienti sia da altri medici che da semplici cittadini particolarmente interessati a cogliere l’occasione di divulgazione scientifica offerta dal club cosentino di Zonta.