Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Decolla con i Boc il Piano delle opere pubbliche

16 nov 2004
(16/11) (UfficioStampa) - Opere pubbliche per 5 milioni 416 mila euro saranno realizzate nei prossimi mesi con l’innovativa formula del finanziamento attraverso i BOC, buoni ordinari comunali.
Questa mattina la Giunta municipale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Eva Catizone, ha dato il via alle pratiche che prevedono una lunga serie di interventi in vari comparti secondo quanto tracciato nel Piano annuale delle opere pubbliche. “E’ la prima volta –ha commentato Eva Catizone al termine della seduta- che un Piano annuale delle opere pubbliche non resta in buona parte una mera dichiarazione d’intenti, ma trova immediata attuazione. Con la formula dei Boc riusciremo a dare risposte ad una serie di problemi importanti che avranno ricadute sul miglioramento della vita quotidiana dei cittadini. Così sarà per la manutenzione straordinaria e l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle scuole, per gli interventi di sicurezza stradale, per la riqualificazione di immobili e ponti nel centro storico. Grande attenzione per le reti dei sottoservizi, con interventi specifici ed importanti per gli impianti fognari e di depurazione in diverse zone e frazioni (Cozzo Presta, Badessa, Serre, Vallone di Rovella, Donnici). Ancora, si darà il via alla costruzione del canile-rifugio, completeremo alcune opere rimaste in sospeso e daremo concretezza al progetto, mai accantonato, della Casa famiglia per persone con problemi mentali. Non posso che ritenermi soddisfatta e sono certa che il Consiglio comunale sosterrà adeguatamente gli sforzi di questa Amministrazione.” Le delibere venerdì prossimo saranno portate all’attenzione del Consiglio comunale che dovrà quindi esprimersi sulla proposta di emissione del prestito obbligazionario destinato al rifinanziamento di mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti (acquisto mezzi Amaco e completamento opere Urban), nonché al finanziamento di nuovi investimenti. Ma vediamo, voce per voce, come saranno spesi questi oltre cinque milioni di euro. Casa famiglia
- Progetto di ristrutturazione edificio ex scuole elementare di Donnici superiore (95.000,00) Centro storico
-Messa in sicurezza II piano dell’ex Convento di S. Agostino (98.000,00) -Ristrutturazione Chiostro di santa Chiara (95.000,00) -Riqualificazione del ponte che collega il rione Massa con piazza Spirito Santo ( 95.000,00) -Ristrutturazione pal. Vaccaro, I stralcio -Restauro ponte S. Francesco (90.000,00) -Ristrutturazione immobile comunale in via S. Francesco d’Assisi (95.000,00) Trasporti
- Interventi a sostegno del trasporto collettivo (160.000,00) - Interventi di sicurezza stradale sulle arterie in entrata e in uscita della città (400.000,00) - Interventi di sicurezza sulle strade extraurbane di competenza comunale (400.000,00) Scuole
-Manutenzione straordinaria ed abbattimento delle barriere architettoniche nelle scuole: elementare e materna di viale Cosmai (250.000,00) elementare e materna di via Milelli (500.000,00) elementare e materna “Evelina Cundari” di via Roma (250.000,00) Infrastrutture
-Lavori di realizzazione di un collettore fognante in località Cozzo Presta-Badessa- Tenimento-piazza Valdesi, I stralcio (1.300.000,00) - Interventi impianti di trattamento e rete fognante Donnici e zone limitrofe, I stralcio (98.000,00) -Progetto per la realizzazione di un collettore fognario in località Serre e Vallone di Rovella, I stralcio (200.000,00) -Manutenzione straordinaria edifici comunali (300.000,00) -Ristrutturazione e messa a norma di impianti e cabine elettriche (250.000,00) Canile, Città dei Ragazzi e varie
-Ristrutturazione canile municipale (I stralcio) (95.000,00) -Completamento della Città dei Ragazzi (200.000,00) -Ristrutturazione Ingresso monumentale ed uffici del Cimitero, I stralcio (95.000,00) -Città in fiore, lavori di realizzazione di macchie fiorifere ed interventi di miglioramento sul verde pubblico (150.000,00)-Acquisizione per attività istituzionali di un immobile in località Macchiabella di proprietà del Consorzio Agrario provinciale (200.000,00).