Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Il Comune ha partecipato alla campagna di solidarietà "Acqua è Vita"

23 nov 2004
(23/11) (UfficioStampa) - “Ogni giorno in Africa c’è un via-vai di persone che non possono lavorare perché sono impegnate ad andare avanti e indietro a prendere acqua sporca con la quale sopravvivere e, a volte, anche morire. E’ uno spettacolo che non ci onora come esseri umani”. Le parole del missionario Don Battista Cimino, hanno scosso le tante persone presenti questa mattina nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi in occasione della tappa cosentina del primo giro d’Italia della solidarietà che promuove la campagna “acqua è vita”.
“Il Comune ha deciso di partecipare alla campagna – ha detto l’Assessore al Welfare Giovanni Serra - esprimendo così il proprio significativo coinvolgimento. Crediamo giusto, infatti, che anche le città si chiedano cosa possono fare per contribuire ad alleviare problemi come questo”.
“Non è la prima volta che l’Amministrazione Comunale di Cosenza sostiene questo tipo di iniziative internazionali – ha commentato il Sindaco Eva Catizone – in questo caso, tra l’altro, si tratta di un problema che ci interessa anche da vicino. Nonostante la Calabria sia una delle regioni d’Italia più ricche di risorse idriche, i cosentini sanno bene che il cattivo stato della rete provoca la dispersione di una ingente percentuale d’acqua potabile. Noi non abbiamo, tuttavia, problemi di approvvigionamento che invece esistono, in misura gravissima, in altre parti del mondo.
Il nostro intervento, in questo caso, non vuole limitarsi alla facciata ma andare alla sostanza. Potremmo ipotizzare un percorso in cui anche la Calabria, che deve già impegnarsi alla risoluzione dei propri problemi, possa contribuire al sostegno dello sviluppo degli altri che hanno bisogno. Tenendo conto, tra l’altro, del momento di grande tensione che caratterizza gli attuali rapporti internazionali tra Stati. Difficoltà che, a nostro avviso – ha concluso il Sindaco Catizone – è determinata anche dalla disattenzione dei Governi, come quello italiano, che oltre a tagliare i finanziamenti agli enti locali prevede nella nuova finanziaria anche tagli alla cooperazione internazionale”.
All’incontro hanno partecipato i responsabili della Campagna “Acqua è Vita” dell’Associazione LVAI, Gianfranco Cattai e Emanuele Banfi.
Cattai e Banfi hanno fornito informazioni sulla iniziativa, promuovendo, inoltre, una raccolta fondi collegata alla campagna di solidarietà.
Il giro d’Italia, portato avanti con la collaborazione di due ciclisti, Max e Claudia campioni di sport e solidarietà, ha come obiettivo quello di raccogliere fondi per la realizzazione di pompe, pozzi e acquedotti in grado di servire 500.000 persone. “Si tratta di opere già progettate – ha sottolineato Cattai – che si realizzeranno in posti ben individuati di dieci diversi Stati africani”.
La campagna, infine, lancia l’iniziativa dei “Club Acqua è Vita”. Un insieme di persone (anche solo cinque) che si impegnano a diffondere i principi della campagna informando e sensibilizzando il proprio territorio sul problema del diritto all’acqua potabile per tutti, recandosi anche di persona in Africa a verificare lo stato dei lavori. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet http://www.acquaevita.it/ .