Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Presentato il Capodanno 2005

02 dic 2004
(2/12) (UfficioStampa) - Capodanno 2005 con la musica di Gianna Nannini, in piazza dei Bruzi, e con il pensiero e il cuore ai bambini palestinesi della striscia di Gaza.
La conferenza stampa di presentazione dell’evento di fine anno si è svolta, per la prima volta, non al Comune ma alla Provincia, coordinata dalla responsabile dell’Ufficio Stampa Giusi Cuceli.
Il sindaco Eva Catizone ha subito sottolineato la novità che vede un Capodanno tradizionalmente solidale, ma ineditamente inter-istituzionale e con interessanti estensioni a sponsor privati.
“Comune e Provincia, con il gradito apporto dei privati, sono questa volta insieme per promuovere l’ evento festoso e, insieme, per dare sollievo ad una zona del mondo martoriata, nell’ottica della cooperazione che vogliamo tra diverse aree del Mediterraneo”.
Il 5% dei proventi di tutte le attività culturali del 2005 sarà destinato al progetto del CRIC (Centro regionale d’intervento per la cooperazione) “Altrimenti io non gioco”, illustrato dalla responsabile regionale Matilde Ferraro. Si tratta di ridare scuole, giochi e serenità ai bambini di una delle zone più difficili da vivere, Gaza, dove il conflitto israelo-palestinese è realtà quotidiana da troppi anni.
Il sindaco Mohammed Musleh di Beit Lahiya, uno dei Comuni interessati dal progetto, era presente per ringraziare di questa cooperazione e spiegare le condizioni difficili dei bambini e degli adolescenti di Gaza.
Infine, il Presidente della Provincia Mario Oliverio ha ringraziato il sindaco Catizone per aver proposto il progetto di collaborazione per il Capodanno. “Questo ci permette di inaugurare una nuova politica alla Provincia, quella dei grandi eventi. Il primo sarà quello cosentino della notte di Capodanno, ma durante il 2005 ne organizzeremo altri quattro, nelle zone della Piana di Sibari, del Tirreno, del Pollino e della Sila, raccordandoci con altri Comuni.”
Oliverio si è detto particolarmente lieto di poter offrire un aiuto che vada ad alleviare le condizioni di una popolazione sofferente da decenni ed ha auspicato che un prossimo appuntamento si possa svolgere in Palestina.
Più in generale, il Presidente della Provincia ha ribadito la volontà dell’Ente di farsi tramite di nuovi e più proficui rapporti tra Europa e Mediterraneo.
Ha concluso sottolineando come aver tenuto la conferenza stampa del Capodanno per la prima volta nella sede della Provincia abbia un significato anche simbolico. “Si dà respiro più ampio ad un evento che è già grande per l’intera provincia ed anche oltre”.