Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Apre i battenti Civitas Med: tre giorni di confronti sull'economia civile nel Mediterraneo

04 dic 2004
(4/12) (UfficioStampa) - La mattinata assolata è stata di buon auspicio per l’inaugurazione della Prima Mostra -Convegno dell’economia civile del Mediterrano Civitas Med. Saltimbanchi giocolieri e pagliacci variopinti hanno accolto gli organizzatori e i visitatori alla Città dei Ragazzi dove a fare gli onori di casa c’era il sindaco Eva Catizone. Alla manifestazione d’inaugurazione erano presenti anche diversi componenti della giunta comunale. E’ stato l’Assessore Giovanni Serra, nelle vesti di moderatore, ad aprire il programma culturale della prima giornata del ricco programma di Civitas Med, promossa dalla Cooperativa Sociale Delfino Lavoro e patrocinata, tra gli altri dal Comune di Cosenza. Nella sua introduzione Giovanni Serra ha evidenziato il cambiamento della città di Cosenza nella quale si è instaurato un dialogo tra le amministrazioni pubbliche e il settore no-profit.
Il sindaco di Cosenza, Eva Catizone, ha dunque preso la parola per i saluti di rito ma soprattutto per lodare la significativa manifestazione che rappresenta un segnale di speranza per il futuro. “Si tratta del primo degli appuntamenti con il partenariato civile che può fare uscire dall’isolamento le innumerevoli associazioni sulle quali può contare la città. Nello stesso tempo è un importante momento di riferimento per il Mediterraneo”.
“Dobbiamo scoprire la nostra meridionalità – ha subito dopo affermato Monsignor Giuseppe Agostino - perché siamo un popolo che risente ancora delle dominazioni e dei soprusi subiti. Siamo un popolo di diffidenti soprattutto verso chi ci governa e questo ci rende passivi. Dobbiamo superare questo male atavico di cui soffriamo noi calabresi ed il Mediterraneo può rappresentare un modo per sviluppare la calabresità divenendo la prua del Mediterraneo, volano di creatività, perché questa terra possa esprimere la sua identità”.
Per il Delfino Lavoro, promotore della Mostra-convegno, il presidente Anna Maria Odoardi ha precisato come il no profit non rappresenti una contrapposizione per l’economia locale ma che, piuttosto, insieme si possono ampliare le occasioni di reale sviluppo della società locale.
Alla cerimonia di apertura dei lavori erano inoltre presenti Edoardo Patriarca, il portavoce del Forum terzo settore che si è detto convinto di sostenere l’iniziativa cosentina e Antonio Sambo Coordinatore del Circuito Civitas che ha sostenuto l’importanza dell’idea di una grande rete che metta in connessione tutte le possibilità di un territorio.
Infine ha preso la parola il Presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio che con molta partecipazione emotiva ha elogiato l’iniziativa condividendola in pieno per il metodo sinergico d’impostazione “E’ proprio per questo motivo- ha detto Oliverio- che la nostra Amministrazione sta organizzando per i prossimi mesi un incontro tra tutti gli attori sociali del territorio, “Fiera Euromediterranea”, che non si limiterà ad un semplice scambio di diverse esperienze. Solo attraverso le sinergie si può dare un valido contributo allo sviluppo sociale economico e culturale del Mediterraneo”.
Infine, sono intervenuti tra il pubblico alcuni dei rappresentanti delle associazioni invitate a partecipare. Tra questi Katia Stancato, Presidente Confcooperative Regione Calabria e Franco Buoncristiano, direttore generale dell’Azienda Sanitaria n.4 di Cosenza che ha sottolineato l’importanza delle associazioni di volontariato del nostro territorio senza le quali non sarebbe stato possibile portare a termine molti progetti.