Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Apprendere con…la necessità di garantire il diritto allo studio

05 dic 2004
(5/12) (UfficioStampa) - “Apprendere Con…” è la nuova rivista didattica bimestrale per la scuola primaria, progettata dal V circolo Didattico di Cosenza, con la collaborazione di stimati studiosi di formazione e pedagogia, il cui scopo è quello di far conoscere e divulgare nuovi percorsi socio-educativi a supporto degli insegnanti.
All’incontro, tenutosi alla Casa delle Culture di Cosenza, hanno preso parte il Vicesindaco Maria Francesca Corigliano, Assessore alle Politiche Scolastiche di Palazzo dei Bruzi, Domenico Milito, Direttore Editoriale della rivista, Ignazio Volpicelli, Direttore Responsabile, i professori Achille Notti e Giuseppe Spadafora, membri del Comitato scientifico, e Mauro Bellisomo, Responsabile della Casa Editrice Anicia di Roma.
Il professore Milito ha spiegato come l’idea di creare la rivista, sia nata dalla sana collaborazione di più menti specializzate in materia, con lo scopo di proporre un percorso di apprendimento guidato, di offrire spunti di riflessione su importanti temi di ricerca pedagogica, politica scolastica e soprattutto di suggerire strumenti operativi validi ai fini della realizzazione dei diversi aspetti della figura del docente.
Ignazio Volpicelli si è soffermato sull’importanza di migliorare la qualità della scuola stessa, attraverso una proficua partecipazione di tutti gli organi qualificati, allo scopo di facilitare l’insegnamento e concentrare così l’attenzione sui singoli bisogni degli alunni, in modo da garantire una didattica sempre al passo con i tempi.
Sono sei le fasi principali in cui è strutturato l’iter formativo del percorso pedagogico: osservazione, esplorazione, conoscenza, comunicazione, produzione e pianificazione di progetti sani ed equilibrati.
Dopo le occasioni di approfondimento sui grandi temi, vengono fornite informazioni sulla attuale normativa vigente, per poi diffondere i percorsi didattici e le unità di approfondimento che prevedono la realizzazione di acquisizioni specifiche, come il linguaggio informatico e la lingua straniera.
Il nodo centrale della questione resta quindi assicurare il soddisfacimento del diritto allo studio, che per volere anche della stessa Costituzione, deve essere salvaguardato, fornendo agli alunni gli strumenti idonei, affinché comprendano, analizzino e trasformino la realtà nella quale quotidianamente sono immersi.
Maria Francesca Corigliano ha evidenziato come Cosenza,città molto vivace dal punto di vista intellettuale, rappresenti un vero e proprio laboratorio culturale a livello nazionale e, come, la nascita della rivista tenda a qualificare le professionalità e le competenze di chi giorno dopo giorno si batte per diffondere una conoscenza essenziale e un sapere rilevante, per il bene di un’intera collettività.