Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Sosta cosentina per la Carovana antimafia

06 dic 2004
(6/12) (UfficioStampa) - Ha fatto sosta nella nostra città La Carovana Antimafia dell’Associazione Libera, fermandosi alla Città dei Ragazzi. Ad attenderla i giovanissimi studenti dei circoli didattici di Cosenza e quelli delle scuole medie cosentine e rendesi.
La Carovana antimafia nasce nel 1994, dopo l’attentato a Paolo Borsellino, per iniziativa di Arci Sicilia e di Rita Borsellino, sorella di Paolo.
Nel 1995 nasce Libera, prima compagna di viaggio della Carovana divenuta intanto, da tre anni, la Carovana nazionale antimafia, raccogliendo l’adesione delle altre associazioni tra le quali Avviso Pubblico, Fondazione Cesar e UNIPOL .
La tappa a Cosenza, prima in Calabria, ha visto l’arrivo degli scolari in prima mattinata per la visita alle tre mostre allestite sulla mafia, con disegni realizzati dai bambini dell’est europeo e dell’Africa.
Il Comune di Cosenza ha accettato l’invito di Libera tramite l’Assessore alle politiche scolastiche Maria Francesca Corigliano che aveva sensibilizzato i Circoli didattici cosentini perchè gli scolari venissero preparati sui temi della mafia.
Dagli elaborati realizzati sono stati estratti dei pensieri i quali, scritti su appositi cartoncini colorati, sono stati apposti stamattina sull’albero della legalità piantumato per l’occasione alla Città dei ragazzi.
Infine, i bambini hanno tempestato di domande sulla legalità e mafia gli speciali interlocutori intervenuti: il Sindaco di Cosenza Eva Catizone, il vice sindaco Maria Francesca Corigliano, Alfio Foti responsabile nazionale di Libera, Marta Fiore, figlia di Rita Borsellino nonché rappresentante di Libera Sicilia, Emilio Sirianni, magistrato, Massimo Covello segretario Cgil di Cosenza e Maria Vuono, presidente Arci Cosenza.
La Carovana proseguirà nei prossimi giorni nelle altre città calabresi di Vibo Valentia, Lametia Terme, Gioia Tauro e Reggio Calabria.