Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Inaugurata oggi "Lisola che cè"

18 dic 2004
(18/12) (UfficioStampa) - L’isola che c’è, come è stata ribattezzata in un azzeccato manifesto, l’isola pedonale di corso Mazzini è stata inaugurata questa mattina ufficialmente.
Pioggia e tuoni non hanno impedito la manifestazione, opportunamente spostata al coperto, nella Galleria Hit Cafè di Franco Giordano.
Ad accogliere il sindaco Eva Catizone e l’assessore alle Politiche urbanistiche Franco Ambrogio, insieme a numerosi altri amministratori di Palazzo dei Bruzi e ai cittadini, sono stati i ragazzi del Coro dell’Istituto Alberghiero di Cosenza che hanno intonato musiche e canti natalizi, mentre fuori alcuni di loro provvedevano a sfornare cullurielli e altri tipici prodotti natalizi, offrendoli ai passanti.
Musica anche per strada con allievi ed insegnanti dell’Associazione musicale Brass Collection di Mendicino, diretti da Gino Santo. L’isola pedonale è ormai quasi completa. Mancano solo alcune traverse. Franco Ambrogio ha ricordato come, nel corso di diversi anni, dall’iniziale diffidenza verso questa novità si sia poi gradualmente passati ad una convinta accettazione, favorita peraltro dai risultati di un referendum. “Si è capito –ha detto Ambrogio- che l’intera città, compreso l’importante settore del commercio, ne avrebbero guadagnato.” Con i ringraziamenti per l’Ufficio tecnico che ha progettato l’opera e per tutti coloro che vi hanno lavorato, ha iniziato il suo intervento il sindaco. “Corso Mazzini è stata sottratto alle auto e finalmente i cittadini hanno un luogo dove passeggiare e fare comodamente shopping, come nelle più belle città italiane ed europee.” E presto l’isola si arricchirà delle opere del Museo all’aperto che si realizzerà grazie alla donazione Bilotti. Il sindaco ha detto che già entro la fine dell’anno potrebbe arrivare la prima, la Grande Bagnante di Emilio Greco, che troverà collocazione alla congiunzione tra via Arabia e corso Mazzini. Elena Scrivano, che ha coordinato, ha ricordato che le ditte impegnate nel lavoro sono state la New Building, la Savigi, la ditta Pietro Ricchio e La Mimosa. I lavori erano iniziati nell’estate del 2003. Direttore dei lavori è stato l’arch. Livio Pucci dell’Ufficio tecnico comunale.