Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2004

Cosenza tra le ottantacinque "Città del Cuore"

20 dic 2004
(20/12) (UfficioStampa) - La città di Cosenza ha ricevuto oggi, nell’ambito della giornata dedicata alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, il riconoscimento “Città del Cuore”, per essersi distinta, insieme ad altre ottantaquattro città italiane, nella prevenzione dei disturbi cardiaci.
“Si tratta di un riconoscimento importante – ha commentato il Sindaco Eva Catizone, nel ricevere la targa dal dott. Mario Chiatto, Presidente Regionale dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) – che premia tutte quelle persone che hanno lavorato per realizzare questa giornata e che quotidianamente si adoperano in campagne di sensibilizzazione a tutela della salute pubblica”.
Il primo cittadino di Cosenza ha sottolineato il ruolo attivo dei Comuni nell’ambito della prevenzione e l’attenzione che bisogna rivolgere alle giovani generazioni.
“È necessario investire sui giovani – ha concluso – per costruire il futuro”.
“La presenza di tanti giovani e la collaborazione tra soggetti diversi che contribuiscono a migliorare la qualità della vita – ha commentato Giuseppe Trebisacce, Pro-rettore dell’Unical – sono i punti di forza di questa lodevole iniziativa”.
Presente alla premiazione anche il dott. Franco Boncompagni, consigliere nazionale dell’ANMCO e cardiologo presso l’Ospedale Civile di Cosenza.
La giornata di oggi, promossa, nell’ambito dell’Anno del Cuore, dall’ANMCO e dall’Heart Care Foundation, Fondazione Italiana per la lotta alle Malattie Cardiovascolari, con il patrocinio dell’Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS) e del corso di laurea in Scienze dell’Educazione dell’Unical, ha visto due momenti.
Nel Salone di Rappresentanza del Comune dalle 9,00 alle 15,00 il personale dipendente del Comune ha potuto sottoporsi ad uno screening sui fattori di rischio cardiovascolari attraverso valutazione clinica e determinazione della colerostemia.
La Città dei Ragazzi, dove si è svolta anche la consegna della targa, ha visto il susseguirsi di appuntamenti dedicati ai più giovani, presenti in gran numero.
“Bambini e adolescenti – ha ricordato infatti il vicesindaco Maria Francesca Corigliano – acquisiscono in famiglia spesso cattive abitudini, nocive per il cuore”.
Gli alunni del Circolo Didattico S. Pertini di Cosenza sono stati protagonisti de “La famiglia dei fattori di rischio”, atto unico di Pasquale Carelli.
I bambini hanno dato vita a diabete, ipertensione, nicotina, iperlipemia e vita sedentaria, principali nemici del nostro cuore. Un modo originale e divertente per promuovere presso grandi e piccoli uno stile di vita più sano.
Un video dal titolo “Parliamo di cuore” è stata invece l’occasione per affrontare il problema con gli studenti degli istituti tecnici “Pezzullo” e “Serra” e del liceo scientifico “E. Fermi”.