Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2003

Riorganizzato il lavoro delle Cooperative

20 mag 2003
Dopo una accurata verifica sul servizio, si è proceduto alla riorganizzazione del lavoro dei 475 addetti delle cooperative sociali, la cui opera si è rivelata preziosa per la città, ma che necessitava di qualche aggiustamento sia in considerazione degli impegni della stagione estiva sia, più in generale, per poter sempre meglio rispondere alle esigenze di un capoluogo in continua evoluzione. Oggi coordinate dal dirigente del Settore Difesa dell'Ambiente e Tecniche manutentive ing. Arturo Bartucci, le Cooperative sociali hanno già da anni compiti di manutenzione del verde e delle strade, nonché di recupero ambientale, mentre nel centro storico svolgono anche lo spazzamento. La riorganizzazione prevede una più razionale distribuzione delle forze sul territorio e nei servizi interni. In particolare, il 40% della forza lavoro è stato assegnato alla manutenzione di strade, reti idriche e fognanti, all'officina comunale, al cimitero, agli impianti sportivi, alle strutture culturali, alle Circoscrizioni e ai Centri anziani. Il restante 60%, invece, si occupa degli interventi di recupero ambientale negli spazi verdi e nei giardini di ogni zona cittadina comprese le frazioni. I compiti sono stati suddivisi per zone della città e per squadre, sulle quali vigileranno tecnici comunali che dovranno monitorare continuamente il lavoro svolto per verificarne la rispondenza agli obiettivi di efficienza del servizio. La riorganizzazione sarà senz'altro utile alla città. Soprattutto nel centro storico, nelle viuzze meno centrali, ci si aspetta di ottenere a breve una migliore e più capillare pulizia. La stessa aspettativa vale per zone periferiche come Serra Soprana e Serra Sottana, Pantano, Diodato, Tenimento. Su via Popilia, via degli Stadi, la stazione di Vaglio Lise gli spazi verdi saranno trattati quotidianamente al pari dei giardini più centrali. L'obiettivo è quello di noon affidarsi più a interventi di bonifica una tantum, bensì di portare a regime una manutenzione capillare e costante. L'Amministrazione comunale, nell'accogliere favorevolmente il piano di riorganizzazione, ha ribadito l'esigenza di vedere, inoltre, tutelati i diritti di quanti - e sono la stragrande maggioranza - all'interno delle Cooperative lavorano con impegno, non consentendo eventuali inadempienze di singoli che, comunque, non troverebbero alcuna tolleranza.