Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2003

La presentazione del censimento dell'amianto

20 mag 2003
Sarà presentato giovedì prossimo, 22 maggio, alle ore 12 nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, il progetto di censimento dei siti potenzialmente contaminati da amianto, realizzato con il patrocinio del Comune di Cosenza. L'iniziativa, coordinata dall'Ufficio Tecnico Comunale, è stata portata a termine da un gruppo di nove tecnici (ingegneri, architetti, chimici, biologi, dottori forestali, geometri e periti di laboratorio) e cinque operai, selezionati dalla Comunità Montana delle Serre Cosentine mediante concorso pubblico, sfruttando i finanziamenti residui del Progetto NOC 9, finalizzato alla promozione di una società per i servizi di tutela ambientale. Lo studio è stato condotto seguendo una metodologia standard. I manufatti contenenti amianto sono stati individuati mediante la documentazione cartografica fornita dall'Ufficio Tecnico Comunale e dopo accurati sopralluoghi effettuati in ogni singolo edificio dell'area prescelta. I dati raccolti sono stati successivamente elaborati per mezzo di un sistema informativo che consente di gestire dinamicamente, con l'ausilio di un software, tutti i dati e le informazioni acquisite attraverso il censimento. E' stato quindi stimato lo stato di conservazione e l'estensione del materiale potenzialmente pericoloso. Dalle indagini è emerso che esiste una superficie complessiva di amianto corrispondente a circa 21.600 mq. Di questa il 61% è potenzialmente pericoloso, in quanto potrebbe rilasciare fibre, mentre il restante 39% risulta essere compatto. La quasi totalità della superficie rilevata (99,5%) è costituita da coperture in cemento amianto (eternit) e di questi l'87% interessa edifici privati. Lo studio propone metodi di bonifica dell'amianto anche alternativi alla rimozione. "L'Amministrazione comunale - ha detto l'Assessore ai diritti del cittadino Vincenzo Gallo che nei mesi scorsi aveva già sollecitato l'intervento dell'Asl per la rimozione dei vagoni delle Ferrovie della Calabria abbandonati nella stazione di Vaglio Lise - ha già effettuato una serie di interventi per l'eliminazione dell'amianto, presentando in settembre una richiesta di finanziamento alla Regione Calabria per procedere ad ulteriori iniziative utili alla messa in sicurezza dei manufatti contenenti amianto ancora presente in città". Alla presentazione del censimento, oltre al sindaco Eva Catizone e all'Assessore Gallo, parteciperà il presidente della Comunità Montana delle Serre Cosentine Gabriele Petrone.