Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2003

Raccolta firme contro la lapidazione di Amina Lawal

20 mag 2003
Saranno raccolte in Piazza 11 Settembre, nei giorni di Giovedì 22 e venerdì 23 maggio, le firme contro l’esecuzione della condanna a morte di Amina Lawal. La raccolta delle firme, organizzata dall’Assessorato alle Politiche Femminili in collaborazione con Amnesty International e Arci, si svolge in prossimità della udienza di revisione della sentenza, fissata dalla Corte d’Appello della Sharia in Nigeria per il prossimo 3 giugno 2003. In accordo con la costituzione nigeriana, alla fine di tutti i processi giudiziari che implicano la pena di morte, il Presidente della Repubblica potrebbe esercitare il suo potere di grazia mediante una decisione politica, non giudiziaria. Una forte campagna di sensibilizzazione, dunque, potrebbe evitare gli effetti di una sentenza di condanna. In Nigeria, anche grazie all’impegno delle organizzazioni umanitarie di tutto il mondo, si è registrato un netto calo del numero delle esecuzioni dal 1996 ad oggi. A partire dal 2000, però, il codice penale basato sulla Shrari’ah è stato introdotto in molti stati della Nigeria. Questo codice, che si applica solo nei confronti delle persone di fede musulmana, consente la pena di morte per reati che non prevedevano questa sanzione. La raccolta delle firme avverrà in orario di ufficio presso il Gazebo dell’Amministrazione comunale in Piazza 11 settembre. La raccolta delle firme avverrà in orario di ufficio presso il Gazebo dell’Amministrazione comunale in Piazza 11 settembre.