Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Il Sindaco ascoltata in Commissione Parlamentare antimafia per oltre due ore

20 nov 2002
/A TABLE CELLSPACING=0 BORDER=0 CELLPADDING=4 WIDTH=363 HSPACE=12 TRTD IMG SRC="/foto/commantimafia2011.jpg" WIDTH=350 HEIGHT=237 FONT SIZE=1P Il Sindaco ascoltata dai Parlamentari della Commissione Antimafia/TD /TR /TABLE Oltre due ore e mezza è durata ieri l'audizione del sindaco di Cosenza Eva Catizone davanti alla Commissione parlamentare antimafia. Il primo cittadino ha esposto una relazione iniziale, riferendosi anche al documento approvato in Consiglio comunale. La relazione e la sensibilità dimostrata dal Consiglio nell'occasione hanno ottenuto unanimi apprezzamenti. Quindi il sindaco è stato sottoposto ad una serie di domande. "Molto si è insistito -sottolinea oggi Eva Catizone- sull'atto intimidatorio dei giorni scorsi e sul raduno dei new global. Perciò mi sembra piuttosto strano che su quest'ultimo argomento ritorni oggi il senatore Mario Greco, membro della Commissione, il quale mette in guardia sul pericolo di possibili strumentalizzazioni di alcuni movimenti antiglobalizzazione da parte della criminalità. Il senatore Greco forse potrebbe riflettere su quanto ho detto al proposito ieri in audizione e sulle affermazioni, nelle quali mi sono pienamente riconosciuta, dell'on. Vendola, che ha sottolineato come il movimento dei no-global funzioni come una sorta di antidoto alla cultura mafiosa, la quale vorrebbe, piuttosto, le piazze vuote. Il senatore Greco, che comunque dovrebbe indirizzare le sue preoccupazioni non al sindaco, ma al Ministro dell'Interno, sembra non rendersi conto che esprimere questi concetti alla vigilia di una manifestazione come quella di sabato, potrebbe essere scambiato per un tentativo di esasperare gli animi e di lanciare una provocazione. Cosenza, in ogni caso, si prepara con fiducia e senso di responsabilità alla pacifica invasione dei no-global, che ospiteremo con tutta la generosità di cui siamo capaci. Sarà una bella, solidale, pacifica, tollerante manifestazione di piazza, in sintonia piena con lo spirito di questa città." (20.11.2002) a name=n2002112005