Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Approvati stasera in consiglio la variazione di bilancio e l'assestamento

21 nov 2002
Variazione di bilancio ed assestamento sono stati approvati stasera dal Consiglio comunale con i 22 voti dei consiglieri di maggioranza presenti. I consiglieri di opposizione hanno abbandonato l'aula per protesta, dopo la richiesta, non accolta dal Presidente Greco, di verifica del numero legale da parte del consigliere di An Fabrizio Falvo, cui è seguito un breve intervento del consigliere Nicola Adamo, che ha sostenuto la decisione del Presidente, ritenendo che la verifica può essere chiesta solo nel momento delle votazioni. La seduta è iniziata con la relazione del vicesindaco ed assessore al Bilancio Luciano Sergio Crea. "La manovra di assestamento -ha detto- ha tenuto conto sia delle maggiori che delle minori entrate registratesi nel corso dell'esercizio. Ha anche tenuto conto dell'avanzo di amministrazione disponibile ed ha utilizzato, attraverso storni tra capitoli di spesa, somme già allocate nel bilancio. Lo scostamento rispetto alle previsioni iniziali è stato inferiore all'1%, a dimostrazione dell'attendibilità della previsione originaria. L'assestamento è stato destinato al rifinanziamento di alcune spese necessarie che riguardano le funzioni generali di amministrazione - e fra queste, le varie utenze e le spese per la vigilanza delle strutture comunali- le funzioni relative alla cultura, con l'impinguamento dei fondi destinati a manifestazioni artistiche e culturali; e soprattutto le funzioni relative all'ambiente e alla gestione del territorio, sulle quali incide il costo delle cooperative di lavoro. All'nterno di queste funzioni la mmaggiore spesa è stata finalizzata per l'acquisizione di beni e servizi (68%), agli oneri straordinari (16,22%) e beni di consumo (6,63%). Quindi, c'è stata la richiesta del consigliere Falvo ed il successivo abbandono dell'aula della minoranza, subito stigmatizzato dal Presidente della Commisisione Bilancio Damiano Covelli che ha bollato il gesto come "strumentale ed ostruzionistico". Covelli ha poi riferito che la Commissione ha approvato i due provvedimenti con 5 voti a favore e uno contro. Ha detto ancora che l'assestamento "rappresentando solo l'1% di variazione, testimonia come la previsione di bilancio avesse un fondamento e una logica politica." Il Presidente si è anche soffermato sui fatti che si vivono in questi giorni a Cosenza, chiedendosi se non vi sia una regia a dirigere queste operazioni piombate d'un tratto sul capoluogo bruzio, forse nel tentativo di delegittimare la città, che invece è civile e democratica. Ha poi espresso solidarietà sia ai giovani no global arrestati che a Pino Iacino e all'ing. Vigna (agli arresti domiciliari per la vicenda Anas) ed infine al sindaco e al consigliere Adamo per gli atti intimidatori subiti. Ritornando alle pratiche in esame, il Presidente Covelli ha detto che da domani ci si metterà al lavoro per il bilancio 2003, non nascondendo le difficoltà che potrebbero derivare dalla Finanziaria se ci saranno i tagli agli enti locali che si profilano. Infine, la votazione e la seduta è stata sciolta. (21.11.2002) a name=n2002112101