Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Obiettivo promozione femminile

22 nov 2002
/b/A L'Assessore alle politiche femminili, Felicita Cinnante, nell'ambito della promozione di azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro, come previsto dalla legge 125/91, porta a conoscenza quanto formulato dal Comitato Pari Opportunità nel Lavoro attraverso il provvedimento 7/6/02 che prevede per l'anno 2002 il "Programma-Obiettivo per la promozione della presenza femminile nei livelli, nei ruoli e nelle posizioni di responsabilità all'interno delle organizzazioni e per rendere le stesse più vicine alle donne". "Si tratta - spiega l'Assessore Cinnante - di azioni positive che hanno l'obiettivo di promuovere la presenza delle donne nei ruoli di vertice e decisionali Modificare l'organizzazione del lavoro per promuovere le donne nei livelli, nei ruoli e nelle posizioni di responsabilità attraverso l'adozione di strategie basate sulla valorizzazione delle competenze femminili e sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Promuovere le pari opportunità - prosegue l'Assessore Cinnante - attraverso l'attuazione di progetti integrati concordati da almeno tre soggetti: un'associazione con specializzazione di genere, un'organizzazione sindacale o datoriale, o ordine professionale, un ente pubblico. Tutti i progetti potranno prevedere anche azioni di informazione, sensibilizzazione e diffusione di buone prassi. Per informazioni - ha aggiunto l'Assessore alle politiche femminili - ci si può rivolgere al "Punto di Orientamento per l'Imprenditoria" Informagiovani di Cosenza, in Via Piave 84, dove, oltre alla modulistica, gli interessati potranno ricevere informazioni e orientamento sulle varie leggi a sostegno dell'imprenditoria femminile". "I soggetti finanziabili attraverso il provvedimento 7.6.02, formulato dal Comitato Nazionale di Parità e Pari Opportunità - dice Giovanni Cuconato del Punto di Orientamento - sono i datori di lavoro pubblici e privati, le cooperative e i loro consorzi, i centri di formazione professionale screditati, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali, le associazioni di varia natura". La durata massima dei progetti non potrà essere superiore a 24 mesi. Il termine per la presentazione delle domande è il 30 novembre 2002. (22.11.2002) a name=n2002112203