Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Iniziati i lavori del seminario di studi sulla Legge Quadro per i servizi sociali

28 nov 2002
/A Sono iniziati stamane alla Casa delle Culture il lavori del Seminario di studi sulla Legge Quadro per la realizzazione del Sistema Integrato di Interventi e Servizi sociali (Legge 328/2000). Il Seminario è stato organizzato dall'Assessorato al Welfare retto da Maria Francesca Amendola. Il sindaco Eva Catizone ha introdotto i lavori spiegando l'importanza della normativa, attraverso la quale si possono attuare le politiche di inclusione sociale che stanno alla base del programma dell'Amministrazione. La legge, infatti, fissa alcune priorità alle quali rivolgere attenzione, tra cui le dipendenze, la tutela dei minori, le politiche di sostegno a favore degli anziani, le vecchie e le nuove povertà e le politiche di riabilitazione, "tutti campi nei quali -ha detto il sindaco- il Comune si sta già muovendo svolgendo un ruolo importante e insieme delicato, proponendosi anche come catalizzatore delle altre realtà territoriali circostanti. L'esistenza di una vera area urbana - secondo il primo cittadino- si misura sul grado della coesione e quindi sulla capacità di instaurare politiche di partenariato". "Sono sempre più persuasa - ha concluso il sindaco- che le sfide future si giocano nelle città e che è essenziale fare rete con le altre municipalità, invertendo la rotta che ha visto finora prevalere la logica dell'autoreferenzialità." "Questo lavoro di rete -ha successivamente specificato l'assessore Maria Francesca Amnendola- sarà possibile attraverso il Piano di zona, strumento di concertazione non solo con gli altri Comuni limitrofi, ma anche con le associazioni di volontariato, le aziende sanitarie e soprattutto i cittadini. Il benessere sociale è oggi strettamente collegato alla possibilità di programmare insieme obiettivi che non siano più solo assistenziali o rivolte solo a chi vive una situazione di disagio, ma a tutti i cittadini." L'assessore Amendola ha infine auspicato che la Regione provveda al più presto alla applicazione del Piano sociale regionale e alla regolamentazione della Legge 328, ricordando il rischio di perdere i finanziamenti se non sarà rispettato il termine del giugno 2003. (28.11.2002) a name=n2002112802