Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Rivendicare la Corte d'Appello a Cosenza è una battaglia di civiltà e dignità

07 dic 2002
/A "Rivendicare per Cosenza una sezione staccata della Corte d'Appello equivale a condurre una battaglia di civiltà e dignità non solo per la nostra città, ma per l'intera area urbana." Lo ha affermato il Sindaco Eva Catizone intervenendo questa mattina al dibattito organizzato dall'Associazione Forense Brutia e svoltosi nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi proprio sul tema della istituzione di una sezione staccata della Corte d'Appello, del Tribunale dei minori e del Tribunale Amministrativo. "Questa esigenza fortemente avvertita dal nostro territorio ho avuto modo di evidenziarla anche ai membri della Commissione parlamentare antimafia nel corso della mia recente audizione- ha precisato il Sindaco. Si tratta comunque di una battaglia di principio combattuta a lungo e purtroppo senza esito già dal Sindaco Mancini che non perdeva occasione per ricordare che la questione dell'istituzione a Cosenza di una sezione staccata della Corte d'appello risaliva addirittura agli inizi del 1900, quando il Sindaco dell'epoca Salfi fece votare in Consiglio comunale un apposito ordine del giorno. Da allora è trascorso più di un secolo- ha aggiunto la Catizone- ma della sezione staccata a Cosenza non vi è traccia. Sarebbe il caso di abbandonare stucchevoli e sconvenienti guerre di campanile che nel nuovo millennio non sono edificanti, né aiutano a superare i problemi. Competizioni del genere non possono che nuocere allo sviluppo del Mezzogiorno che, invece, deve trovare in tutti gli attori istituzionali forme di dialogo e di intervento che siano decisive al fine di vincere questa battaglia di civiltà, al di là delle ideologie e della colorazione politica.. Noi per fortuna abbiamo un sottosegretario alla giustizia del governo centrale che è di Cosenza e che, facendosi interprete delle legittime istanze che vengono dal mondo forense e dalla cittadinanza di una vastissima area, potrebbe dare un contributo fattivo alla soluzione di questo annoso problema." (07.12.2002) a name=n2002120700