Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

"Insieme per contare e governare" le donne nelle istituzioni si sono incontrate a Lamezia

25 mag 2009
/A Il sindaco Eva Catizone, accompagnata dall'assessore alle Politiche femminili Felicita Cinnante, ha partecipato stamane all'assemblea delle donne elette nelle istituzioni, organizzata dalla Regione a Lamezia Terme. "Insieme per contare e governare" era il tema dell'incontro al quale hanno partecipato amministratrici rappresentanti di ogni istituzione, dal Parlamento (le onorevoli Silvia Costa e Dorina Bianchi, la senatrice Elena Marinucci) alle Circoscrizioni comunali. Nel suo intervento il sindaco Catizone ha innanzitutto plaudito all'iniziativa. "Per la prima volta le amministratrici e le elette nelle istituzioni calabresi sono state invitate ad un incontro assembleare di confronto. Quale sindaco donna, l'unico di un capoluogo calabrese, trovo importante riflettere sul ruolo che devono avere le donne nella politica della nostra regione." Eva Catizone ha parlato dell'alto costo che quasi sempre una donna deve pagare all'impegno politico, soprattutto per conciliare vita pubblica e privata. "Ma -ha aggiunto- la nostra presenza in politica è importante perchè la donna riesce ad umanizzare un mondo che è tradizionalmente poco umano e lo fa apportando nuove sensibilità ed altri saperi. Considero un valore positivo la diversità e non credo che da parte nostra si debba rivendicare la parità, quanto le pari opportunità, perché le diverse sensibilità maschili e femminili possano compensarsi ed integrarsi con vantaggi per tutti." Eva Catizone ha poi parlato di quanto si sta realizzando al Comune di Cosenza, dove c' è massima attenzione per il mondo dell'infanzia, dei disabili, delle diversità, delle politiche attive nei confronti della famiglia. Tra le iniziative varate c'è anche un Osservatorio sulla violenza "perché nella mia città può accadere che una donna muoia in quanto ha scelto di lasciare un uomo. Tutto questo significa governare con gli occhi di una donna. A Cosenza non c'è solo il sindaco donna, ma una Giunta con quattro elementi femminili, una city manager e tante dirigenti importanti in ruoli significativi. Anche in Consiglio comunale c'è una presenza femminile non trascurabile. E' invece piuttosto triste pensare che a guidare la Regione Calabria non c'è una sola donna". Eva Catizone ha concluso con una nota di ottimismo. "E' importante guardare al futuro con serenità e fiducia e non perdere la volontà di forzare il blocco per favorire sempre di più la partecipazione delle donne alla vita politica. Renate Siebert in un suo libro ha riportato una frase usuale dei padri calabresi di qualche tempo fa che quando nasceva una bambina dicevano: IE' bella, ma è femmina/I. Io mi auguro che presto, dovunque in Calabria, questa frase possa essere sostituita da un'altra: IE' bella ed è anche femmina/I. Un mondo diverso è realmente possibile e lo sarà anche grazie alla nostra presenza e al nostro apporto". (16.12.02) p align=justify a name=n2002121603