Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Presentato il sondaggio sull'azione dell'Amministrazione di Cosenza

28 dic 2002
/b/A TABLE CELLSPACING=0 BORDER=0 CELLPADDING=4 WIDTH=363 HSPACE=12 TRTD IMG SRC="/foto/stat2812b.jpg" WIDTH=350 HEIGHT=213 P Un momento della presentazione/TD /TR /TABLE E' stato presentato questa mattina a Palazzo dei Bruzi sondaggio condotto dalla IPR Marketing sull'azione dell'Amministrazione comunale di Cosenza. Il sondaggio è stato effettuato attraverso 1000 interviste telefoniche, realizzate il 6 e 7 dicembre 2002, su un campione rappresentativo della popolazione adulta residente a Cosenza. IOBIETTIVI /IGli obiettivi della ricerca sono indirizzati su due livelli. Con il primo si è inteso stabilire il livello di conoscenza e fiducia di cui godono attualmente il sindaco e gli assessori, la valutazione dell'operato dell'Amministrazione comunale, le aspettative e le richieste dei cittadini per il futuro nei confronti dell'Amministrazione. Attraverso il secondo, si è voluto testare l'opinione pubblica cosentina in tempo reale sugli avvenimenti legati all'arresto di alcuni esponenti del movimento no-global che hanno coinvolto la città, le iniziative programmate dall'Amministrazione comunale per le prossime festività. IRISULTATI /IUFONT COLOR="#ff0000"Prima parte /UAl 97% la conoscenza del sindaco e al 57% la fiducia che Eva Catizone riesce ad ottenere, in linea con il risultato elettorale. L'assessore più conosciuto è Franco Piperno, ma quello che ottiene più fiducia è Vincenzo Gallo, seguito a ruota da Maria Francesca Corigliano e Sergio Crea. La soddisfazione per l'operato della Giunta è "molta" per 51% degli intervistati, poca per il 42%, non sa il 7%. La percezione dell'impegno della Giunta è "alto" per la promozione dell'immagine della città, l'animazione in senso ludico e creativo, la valorizzazione del patrimonio artistico culturale. Ai posti più bassi, invece, quelli che sono i problemi storici della città come traffico e lavoro, ma anche l'inquinamento. Cosa si chiede alla Giunta? Soprattutto di intervenire per il traffico, la sicurezza e l'ordine pubblico, l'assistenza e la prevenzione sociale. Ottimistiche, comunque, le previsioni per Cosenza: il 51% degli intervistati pensa che si vivrà meglio in un prossimo futuro. UFONT COLOR="#ff0000"Seconda parte /UI no global a Cosenza: condivisi dalla maggioranza (60%) l'appoggio agli arrestati e la partecipazione del sindaco alla manifestazione, un po' meno il costituirsi del Comune come parte civile (42%) e la festa per scarcerazione dei no global (40%). La maggioranza dei cosentini (54%) ritene in ogni caso che di Cosenza si sia trasmessa nell'occasione una immagine positiva di città attenta ai diritti civili. Il fine anno a Cosenza:il 62% degli intervistati è a conoscenza del programma di fine anno ed il 60% lo gradisce molto. Arriva all'82% il gradimento del Capodanno in piazza e addirittura all'83% quello per gli auguri di Natale di Sindaco ed Arcivescovo. E' attestato al 71% il gradimento per i concerti nelle Chiese. Questi stessi valori salgono, rispettivamente, al 91%, al 90% ed al 79% se si considera solo l'elettorato della Catizone. "Oggi la maggior parte delle pubbliche amministrazioni, che si pongono traguardi in termini di efficienza ed efficacia della propria azione, utilizzano i sondaggi - ha detto il Sindaco Eva Catizone al termine della presentazione del sondaggio - noi abbiamo deciso di usare questo metodo anche perché crediamo nella partecipazione dei cittadini, nella condivisione delle scelte, in una vera politica dell'ascolto. Il sondaggio sarà una costante dei prossimi anni - ha dichiarato il Sindaco - magari con l'aggiunta di altri temi come ad esempio il gradimento sull'operato del Consiglio Comunale". Il Sindaco si è dichiarata colpita dalla forte condivisione della cittadinanza su quello che ha definito "affaire-No Global". " Va considerata con grande attenzione - ha detto Eva Catizone - la forte voglia di questa città di andare avanti e di recidere preconcetti e pregiudizi tipici di certa mentalità, soprattutto nel meridione. Sconvolgente è il gradimento relativo alle festività natalizie - ha aggiunto il Sindaco Catizone - perché se è vero che ormai nessuno vuole più rinunciare al concerto di capodanno, frutto di una forte intuizione di Giacomo Mancini, è altrettanto vero che per il Concerto di Natale un gradimento così convinto non era affatto scontato. Si tratta di un'ottima risposta, espressa all'inizio di dicembre, alle polemiche sciocche registratesi in questi giorni. La nostra è un'Amministrazione comunale che riapre gli spazi pubblici - ha commentato la Catizone - abolendo il ticket alla Casa delle Culture. Anche in occasione del Concerto di Natale, che diventerà un appuntamento costante negli anni, il Duomo era aperto a tutti". Il Sindaco ha poi sottolineato due aggettivi, nell'azione dell'Amministrazione comunale e nella fiducia nel futuro, che hanno riscontrato un alto tasso di gradimento: coraggioso e ottimismo. "All'interno degli enti locali c'è bisogno di grande coraggio - ha detto Eva Catizone - soprattutto nel Mezzogiorno. L'ottimismo, invece, è figlio dei colori caldi e vivi di un Sud che invece è sempre dipinto a tinte fosche e cupi. L'ottimismo dei cosentini nel futuro e nell'azione della nostra Amministrazione è un messaggio di speranza di cui abbiamo tutti bisogno". Riguardo ai problemi del lavoro e del traffico, che nel sondaggio sono risultati quelli che più preoccupano i cosentini, Eva Catizone ha detto: "Mi preoccupa l'attesa dei miei concittadini riguardo ai problemi del lavoro. Considerando i tagli del Governo e le tante vertenze aperte nel Paese non so quando sarà possibile dare loro una risposta. Per quanto riguarda il traffico, bisogna dire che il sondaggio è stato effettuato prima della presentazione del Piano Urbano del Traffico che, senza dubbio, darà risposte assai significative su questo piano. Penso, ad esempio, alla creazione delle corsie d'emergenza, che serviranno a rendere più efficiente ed efficace il servizio di trasporto pubblico, ma anche alla pedonalizzazione della fascia centrale della città. In questi giorni basta passeggiare in Piazza 11 Settembre per rendersi conto quanto questo sia gradito ai cosentini". (28.12.2002) a name=n2002122802