Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2002

Incontro operativo tra il Sindaco Catizone ed il neo Amministratore delle Ferrovie della Calabria Covello. A disposizione un servizio navetta per i festeggiamenti.

30 dic 2002
/A TABLE CELLSPACING=0 BORDER=0 CELLPADDING=4 WIDTH=363 HSPACE=12 TRTD IMG SRC="/foto/covellob.jpg" WIDTH=350 HEIGHT=230 FONT SIZE=1P La riunione del Sindaco con Amaco e Ferrovie della Calabria/TD /TR /TABLE E' stato un incontro cordiale dal carattere immediatamente operativo quello che si è svolto questa mattina a Palazzo dei Bruzi tra l'Amministrazione comunale di Cosenza e i nuovi vertici delle Ferrovie della Calabria. Alla riunione hanno preso parte il Sindaco Eva Catizone, il Vice Sindaco Sergio Crea, gli Assessori Cavalcanti e Corigliano, il Responsabile dell'Ufficio Tecnico comunale Luigi Zinno e il Capo di Gabinetto Giuseppe Di Donna. Le Ferrovie della Calabria erano rappresentate dall'Amministratore Unico Franco Covello, dal Direttore Generale Ernesto Gigliotti e dal Direttore Amministrativo Giuseppe Lo Feudo. Presente anche il Presidente dell'Amaco Roberto Barletta. "Ci aspettiamo molto da questo rapporto - ha detto il Sindaco Catizone esprimendo gli auguri dell'Amministrazione comunale al nuovo amministratore delle Ferrovie della Calabria, Franco Covello - che già in passato è stato molto produttivo. Per i prossimi anni di governo - ha aggiunto il Sindaco Catizone - intendiamo puntare molto sul settore dei trasporti, ben sapendo che solo la cooperazione ed una politica di partenariato può dare risposte concrete alle esigenze reali dei cittadini". "Le Ferrovie vivono un momento assai delicato - ha detto il neo Amministratore delle Ferrovie della Calabria, Franco Covello - nel corso del quale ci sarà il passaggio dallo statalismo al regionalismo. In questo frangente vorremmo concludere accordi di programma con i comuni capoluogo ed i comuni dell'hinterland, ma anche con i Parchi, l'Arssa e quanti altri abbiano interesse, per consentirci di attingere a finanziamenti dell'Unione Europea. In prospettiva, poi - ha detto Covello - c'è l'offerta delle Ferrovie Nord di Milano, espressa dal Presidente della Regione Lombardia Formigoni, ma anche la disponibilità della Metro Napoli che ci permettono di guardare al futuro con un certo ottimismo. Cosenza, per quanto ci riguarda, deve rappresentare, secondo noi, il punto di riferimento di un sistema di trasporti che, partendo da Rogliano, colleghi la Valle del Savuto alla Università e alla Valle del Crati. Binbus è già un esempio che altrove in Calabria vogliono imitare". "Sappiamo che uno dei problemi più sentiti dalla cittadinanza è quello dei trasporti - ha aggiunto l'Assessore alla mobilità, Vittorio Cavalcanti - ma sappiamo che è un problema dell'intera area urbana. Nell'epoca delle risorse limitate la collaborazione e il partenariato è assolutamente indispensabile. Binbus, per quanto ci riguarda, non è un obiettivo raggiunto ma l'avvio di un processo che, attraverso una politica di integrazione tariffaria, vuole giungere ad una cooperazione piena a tutto vantaggio dei cittadini dell'Area Urbana. Credo che il problema del traffico non si risolve aumentando il numero dei parcheggi, ma incentivando all'uso del mezzo pubblico. Se i rapporti tra mezzo pubblico e mezzo privato dovessero rimanere quelli attuali, infatti, non risolveremmo il problema del traffico neanche costruendo opere faraoniche, per le quali, del resto, mancherebbero anche i necessari finanziamenti. Sappiamo che le Ferrovie della Calabria, comunque, sono attrezzate per vincere le scommesse del futuro. L'Amministrazione comunale, da parte sua - ha concluso l'Assessore Cavalcanti - con il nuovo management dell'Amaco è pronta a raccogliere la sfida". L'incontro si è poi incanalato su binari operativi con l'intervento dell'Ing. Luigi Zinno, il quale ha posto tre questioni concrete. Si tratta della situazione relativa alla stazione di interscambio di Piazza Mancini, della stazione di Vaglio Lise e delle aree da dimettere su Viale Giacomo Mancini. "La stazione di Piazza Mancini è per il Comune di Cosenza un'area nevralgica nel Piano Urbano del Traffico - ha detto Luigi Zinno - un punto intermodale dove dovrebbero arrivare i pullman, la metropolitana, i trenini di collegamento con Vaglio Lise ma anche con Rogliano. Bisogna stabilire, anche con l'intervento del Comune, cosa fare e come per assicurare ai cittadini un punto di riferimento che sia il più confortevole possibile. Per quanto riguarda la stazione di Vaglio Lise - ha aggiunto Zinno - il Comune ha acquisito in fitto delle aree che erano di competenza delle Ferrovie dello Stato. Lì avvieremo in collaborazione con l'Amministrazione Provinciale un Centro di avviamento al lavoro. Anche in quel caso si possono studiare iniziative congiunte con le Ferrovie della Calabria nell'ottica del recupero delle medie e piccole stazioni sulla scia di quanto è stato fatto a Roma per la stazione Termini. Infine - ha concluso l'ing. Zinno - rimane il discorso relativo alla dismissione dell'area di Viale Mancini, che le Ferrovie prevedono di consegnare al Comune entro giugno 2003. L'Amministrazione comunale ha previsto, proprio lungo Viale Mancini, la creazione di alcune stazioni urbane in pieno centro città. Un ulteriore incontro operativo nei prossimi giorni potrebbe consentirci di disegnare più dettagliatamente questi passaggi". La riunione di questa mattina ha avuto infine un immediato riscontro operativo nella collaborazione che le Ferrovie della Calabria assicureranno la sera di Capodanno. Le Ferrovie si affiancheranno all'Amaco offrendo un servizio di navetta sempre più completo ed efficace ai tanti cosentini che vorranno partecipare al Capodanno in Piazza. (30.12.2002) p align=justify a name=n2002123002