Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2001

Solidarietà della Giunta al Segretario Generale Avv. Grossi

11 gen 2001
La Giunta municipale ha espresso stamane solidarietà al Segretario generale avv. Francesco Grossi per l'attacco -ritenuto del tutto immotivato- di cui è stato fatto segno ieri da parte del capogruppo di Forza Italia avv. Giuseppe Carratelli, nel corso dei lavori del Consiglio. L'avvocato Grossi in mattinata aveva fatto pervenire al sindaco una comunicazione scritta nella quale ribadisce la correttezza del proprio operato e si rammarica delle espressioni offensive del consigliere Carratelli che lo ha accusato di malafede nello svolgimento dei suoi compiti. Grossi ringrazia il sindaco, immediatamente intervenuto a difesa della sua professionalità, e respinge le accuse di contraddittorietà di due pareri dati negli ultimi venti giorni sulle delibere portate alla ratifica del Consiglio. Questo il testo della lettera: I"Come noto, nel corso della seduta pubblica del Consiglio comunale di ieri, 9 gennaio 2001, il consigliere Carratelli ha presentato oralmente una mozione d'ordine relativa ai punti in discussione nn. 1 e 2 dell'o.d.g., concernenti la ratifica di variazioni di bilancio adottate in via d'urgenza dalla Giunta comunale, con cui ha assunto, richiamando il contenuto di una mia nota in data 19/12/2000, che le deliberazioni ratificande sarebbero decadute per inosservanza del termine del 31/12/2000, stabilito dall'art. 175 del t.u.e.l. n. 267/2000, e non avrebbero perciò potuto formare oggetto di esame e approvazione da parte del Consiglio. Il Presidente del Consiglio comunale ha ritenuto di sentire a riguardo il mio parere, ai sensi dell'art. 29 - 7° comma del Regolamento del Consiglio comunale. Ho quindi fatto presente che le motivazioni enunciate dall'Assessore al bilancio nel testo dei provvedimenti sottoposti all'organo ratificante circa il rispetto di quel termine non appaiono irragionevoli o incongrue, ed il Presidente ha quindi disposto in conformità, ponendo in discussione i punti in questione. In merito all'avviso da me espresso, nei termini che precedono, il cons. Carratelli, ha immediatamente dopo - e durante la discussione - fatto una serie di affermazioni obiettivamente offensive nei miei confronti. Ha detto di scandalizzarsi perché mi sarei " rimangiato " un precedente parere per prestarmi ad esigenze politiche ed ha affermato la mia " mala fede ". Nel ringraziarLa per essere intervenuta a difesa della mia professionalità, ingiustamente ed inopinatamente offesa da quel consigliere, reputo opportuno ribadire, con forza, assumendone ogni responsabilità, l'avviso da me espresso nella seduta di ieri; avviso che, diversamente da quanto inconferentemente ritenuto dal cons. Carratelli - si badi, ancor prima di aver ascoltato gli elementi motivazionali offerti sulla questione dall'Assessore al bilancio e a cui avevo fatto esplicito riferimento (sic!) - non contraddice affatto il mio precedente parere. Contraddittorio mi è sembrato, per converso, il comportamento del nominato consigliere che ha manifestato, al termine dell'intervento sui citati punti, la possibilità di esprimere un voto favorevole, ancorché condizionato alla modifica delle variazioni di bilancio." /I(11.01.2001) a name=n2001011102