Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2001

Inconsueti auguri di Natale dell'Arcivescovo a casa del Sindaco

22 dic 2001
img src=/foto/vescovoauguri2.jpg align=left alt="Il Vescovo in visita augurale a casa del Sindaco con l'Ass. Catizone"E' andato certamente oltre la consuetudine istituzionale l'incontro svoltosi oggi per il tradizionale scambio di auguri tra l'Arcivescovo di Cosenza Monsignor Giuseppe Agostino ed il sindaco on. Giacomo Mancini. La volontà dell'Arcivescovo di recarsi personalmente a casa del sindaco per evitare al primo cittadino le scale dell'Arcivescovado ha dato un'impronta del tutto particolare alla riunione, cui hanno partecipato anche il Vicario Monsignor Luigi Bilotto e don Franco Castiglione, assessori e dirigenti, la signora Vittoria Mancini e l'on. Giacomo Mancini jr. Monsignor Agostino ha espresso letizia per la novità. "Le circostanze -ha rilevato- a volte ci fanno uscire dalla formalità ed entrare nella familiarità. E' per me una grande gioia essere qui perchè l'anima del vivere sociale sta nella capacità di far sì che che i rapporti siano quanto più umanizzati possibile. Ed è ancora più importante che questo avvenga proprio a Natale." Monsignor Agostino ha poi espresso giudizi lusinghieri sull'attività dell'Amministrazione Mancini. "Apprezzo quanto state facendo, come a Gergeri, nel centro storico e per tante altre cose. Questa Amministrazioone ha dimostrato di essere attiva, fattiva, precisa, concreta, lineare. Speriamo che ci sia continuità". Monsignore ha anche simpaticamente salutato Eva Catizone, che sedeva al suo fianco, quale "donna alle origini del mondo e del nuovo." Con eguale calore ha risposto l'on. Mancini, che ha lodato in Monsignor Agostino le doti di "grande sensibilità umana, testimoniata anche in questa occasione. Verso il nostro Arcivescovo e la sua funzione nutriamo un rispetto altissimo, oltre ad affetto e simpatia. Abbiamo capito molto presto, quando è arrivato a Cosenza, la sua stoffa, la capacità rara di fare esplodere i sentimenti della nostra tradizione. Siamo onorati della visita in una vecchia casa cosentina da parte di un uomo dalla sensibilità calabrese, figlio di un ferroviere di Reggio Calabria." Monsignor Agostino ha quindi fatto dono al sindaco di una penna stilografica "per firmare -ha detto- altre cose buone". L'Amministrazione comunale ha ricambiato donando all'Arcivescovo una casula (pianeta sacerdotale) di colore avorio, in laminato con stolone in pregiato lamè oro e seta, con ricamo di simboli mariani. (22.12.2001) a name=n2001122101