Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2000

Amaco: accuse insostenibili

09 nov 2000
"Sono venuto a conoscenza che uno dei motivi dedotti in giudizio da Amaco nella vertenza contro un suo dipendente è lo svolgimento di attività sindacale e l'appartenenza ad un partito politico". Inizia così una lettera che il Sindaco, on. Giacomo Mancini, ha inviato al Presidente dell'Amaco Eugenio Madeo. "Nella memoria di costituzione - scrive il Sindaco - l'avvocatessa che difende l'azienda così si esprime: "Curcio, oltre che essere un quadro, come tale vicino al vertice della gerarchia aziendale, è anche segretario del Sindacato CNL, portatore di interessi contrapposti a quelli aziendali, ed è anche il responsabile dell'Area Tematica cittadina dei trasporti del Partito Democratico della Sinistra (Ds), che ha criticato pesantemente le scelte gestionali dell'azienda e più segnatamente il programma di esercizio con gli articoli apparsi sulla stampa locale nel dicembre 1999 e gennaio 2000 (vedi articoli allegati)". Senza entrare nel merito della controversia - scrive il Sindaco Mancini al Presidente dell'Amaco - è davvero incredibile che l'esercizio di diritti costituzionalmente protetti sia considerato illecito. La gravità del fatto è tale - conclude Mancini - da riproporre la necessità, più volte espressa, di affidare ad altri la difesa dell'azienda ponendo così fine ad un rapporto contrattuale inadeguato alle esigenze dell'ente". (9.11.2000)