Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2000

Bollette Acqua: per molti anni non sono state mai pagate

17 nov 2000
"A Cosenza, purtroppo, per molti anni non si è pagato per le forniture dell'acqua. Oggi, perciò, c'è chi si meraviglia perchè arrivano le bollette arretrate. Questa Amministrazione sta solo facendo il proprio dovere chiedendo il dovuto, ma senza dimenticare le esigenze dei cittadini ed offrendo, quindi, la possibilità di dilazionare i pagamenti." Lo dichiara la stessa Amministrazione comunale in relazione ad alcune prese di posizione per le bollette dell'acqua relative ai consumi del 1997, da pagare entro il 20 novembre. La risposta tecnica viene invece lasciata al responsabile del Servizio Tributi ing. Francesco Antonio Veltri, il quale chiarisce quanto segue. "Le proteste di alcuni cittadini non hanno motivo di essere per almeno due buoni motivi. Il primo è che ogni bolletta rispecchia una consumo di acqua non presunto, ma calcolato con precisione. Se è vero che la città soffre di carenza idrica, questa circostanza non può essere invocata per contestare consumi che, comunque, vi sono stati e sono documentati sulle bollette stesse. In ogni caso - e veniamo al secondo motivo - l'Amministrazione comunale ha adottato un metodo di pagamento estremamente vantaggioso per le utenze familiari, che hanno la possibilità, a fronte di eventuali importi elevati, di rateizzare direttamente il pagamento. In sostanza, per bollette superiori a 350.000 lire, mentre questa cifra 'base' va corrisposta entro il 20 novembre, l'importo residuo può essere frazionato in rate mensili non inferiori a 250.000 lire. Analogo vantaggio non si sarebbe potuto avere da una rateizzazione "a monte", operata cioè dal Comune, che avrebbe dovuto tenere conto di parametri più restrittivi. Del resto, la politica agevolativa dell'Amministrazione è ben nota. Non solo si è tenuto conto dei redditi più bassi per la tassa sui rifiuti e l'Ici, ma anche per lo stesso consumo di acqua. Dallo scorso anno, i meno abbienti hanno i primi 100 metri cubi di acqua a costo zero e le spese fisse pari a sole 17.000 lire. Ma per tutte le famiglie i costi dell'acqua a Cosenza sono fra i più bassi in Italia: oltre a 57.000 lire di spese fisse, per i primi 100mc si pagano 480 lire più Iva al 10%; da 101 a 152 mc: 550 più Iva; oltre 152 mc: 1180 più Iva. Molto bassi anche i costi per le acque reflue e la depurazione: rispettivamente 170 lire al mc e 400 lire al mc." (17.11.2000) a name=n2000111703