Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1999

Il segretario provinciale del CCD prende posizione sull'elisoccorso

25 mag 2009
Anche il segretario provinciale del CCD Franco Pichierri prende posizione contro lo "scippo" del servizio di elisoccorso che si vorrebbe perpetrare ai danni di Cosenza, penalizzata -secondo l'esponente politico- anche su altri fronti della sanità. In una lettera inviata al sindaco Mancini, Pichierri testualmente scrive: "I proficui sforzi da Lei compiuti per dotare la città di validi strutture e servizi socio-sanitari rischiano di essere vanificati e mortificati. L'attuale assessore alla Sanità Torchia, probabilmente sfinito dal suo girovagare nei meandri della politica "ribaltonista" inaugurata in Calabria, non perde occasione per indebolire le strutture socio-sanitarie cosentine e, dopo una dissennata scelta clientelare nell'affidare la gestione di alcune importanti strutture sanitarie, "rapisce" l'efficiente ed indispensabile servizio di elisoccorso che Lei ha voluto a tutti i costi, servizio che interessa l'intera provincia e gran parte della regione. Provincia, quella di Cosenza, complessa e vasta sul piano territoriale e demografico che non può certo dipendere da altre realtà." Pichierri prosegue denunciando altre disfunzioni, spie "della dissennata politica sanitaria di questi ultimi tempi" e chiede un apposito Consiglio comunale su questi argomenti. La risposta del sindaco non si è fatta attendere. "Ho apprezzato la Sua lettera -scrive Mancini- che mette in evidenza la poco oculata politica dell'assessorato regionale alla Sanità che anzicchè garantire continuità ad un servizio che per la quantità e qualità degli interventi si è guadagnato sul campo credibilità ed anche un legittimo diritto di primogenitura, preferisce, con motivazioni peraltro opinabilissime, smantellare un'esperienza che, partita come sperimentale, si è nel tempo rafforzata grazie all'azione propulsiva dlel'Amministrazione comunale di Cosenza. La morfologia del nostro territorio provinciale è così particolare che un'eliambulanza collocata sulla piattaforma dell'Ospedale di Cosenza è quanto di meglio possa concepirsi, in quanto garantisce interventi tempestivi anche nelle zone più impervie. Non saremmo in grado di assicurare eguali tempestività di intervento e probabilità di successo ove il servizio dovesse essere trasferito a Lamezia Terme." Il sindaco di Cosenza conclude assicurando che porterà le altre questioni segnalate da Pichierri all'attenzione della prossima conferenza dei Sindaci. (30.09.99)