Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1999

Ordinanza del Sindaco sull'attuazione della "Bassanini 2"

25 mag 2009
FONT FACE="Times,Times New Roman"Con una apposita ordinanza il Sindaco, on. Giacomo Mancini, rende note ai cittadini le principali disposizioni di semplificazione amministrativa adottate dall’Amministrazione comunale di Cosenza in seguito alla introduzione della cosiddetta Legge Bassanini 2. Nell’ambito delle attività di competenza dei Servizi Demografici sarà possibile in particolare: Denunce di nascita - non sarà più necessario avere testimoni per denunciare la nascita di un figlio. La denuncia può essere presentata entro tre giorni presso l’Ospedale o la casa di cura in cui è avvenuta la nascita oppure entro dieci giorni presso il Comune di nascita o in quello di residenza dei genitori; Validità dei certificati - tutti i certificati anagrafici e di stato civile che attestano uno stato permanente (nascita, morte, titolo di studio, ecc.) hanno scadenza illimitata. Le restanti certificazioni sono valide sei mesi dalla data del rilascio. La presentazione di certificazioni "scadute" è comunque ammessa nel caso in cui le informazioni in esse contenute non siano cambiate. In tal caso al titolare del certificato basterà scrivere sul certificato una dichiarazione non autenticata che attesti che i dati riportati non hanno subito variazioni. Le P.A. e i gestori di servizi pubblici non potranno più richiedere certificati che attestino stati, fatti o qualità personali dei quali essi siano già in possesso o che siano già contenuti nei documenti di identità; Rilascio Certificazioni - gli estratti degli atti di stato civile sono richiesti esclusivamente per i procedimenti che riguardano il cambiamento di stato civile e vengono acquisiti d’ufficio nel caso in cui siano tenuti da P.A. o da altre autorità dello Stato. Certificati ed estratti necessari per l’iscrizione alle Scuole di ogni ordine e grado e all’Università, quelli che devono essere presentati agli uffici della Motorizzazione civile, ai comuni, nell’ambito di procedimenti di loro competenza, sono sostituiti da dichiarazioni sostitutive ai sensi dell’art. 2 della Legge 4.1.68 n.15; Rilascio carta d’identità e passaporto - la carta d’identità può essere rinnovata sei mesi prima della scadenza. Nei documenti di riconoscimento non è più necessaria l’indicazione dello stato civile, tranne nel caso in cui sia il diretto interessato a richiederlo. Non è più richiesto, invece, il nulla osta del Distretto Militare per il rilascio del passaporto e della carta d’identità per i giovani soggetti all’obbligo di leva; Foto autenticate - le fotografie per il rilascio dei documenti personali sono legalizzate dagli impiegati addetti agli uffici riceventi se il cittadino le presenta personalmente; Istanze - La sottoscrizione di istanze da produrre agli organi della P.A. o agli esercenti di pubblici servizi, non è soggetta ad autenticazione se apposta in presenza del dipendente addetto o se presentata unicamente ad una copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore. L’istanza e la copia fotostatica del documento di identità possono essere inviate anche per via telematica. Autocertificazione - nei rapporti con la P.A. e con gestori di pubblici servizi è possibile produrre, in sostituzione delle normali certificazioni, stati, fatti e qualità personali previsti dall’art. 2 della legge 4.1.68 n.15:DIR DIR Luogo e data di nascita; residenza; cittadinanza; godimento dei diritti politici; stato civile; stato di famiglia; esistenza in vita; nascita del figlio; decesso del coniuge di un discendente o ascendente; posizione agli effetti degli obblighi militari; iscrizione in albi o elenchi tenuti dalla P.A.; titolo di studio o qualifica professionale; situazione reddituale o economica; possesso e numero fiscale, della partita Iva; stato di disoccupazione e qualità di pensionato, studente, casalinga; qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche; iscrizione presso associazioni; non aver riportato condanne penali; qualità di vivenza a carico; tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile./DIR /DIR Le P.A. sono tenute a procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese. Il Pubblico Ufficiale o il funzionario incaricato che rifiuti di accettare le citate dichiarazioni può essere denunciato per il reato di "omissione di atti d’ufficio". Copie conformi - l’autenticazione della copia di un documento può essere fatta dal responsabile del procedimento o da qualsiasi dipendente competente a ricevere la documentazione su semplice esibizione dell’originale e senza l’obbligo di deposito dell’atto stesso; Concorsi - non è più richiesta l’autenticazione della firma per la presentazione delle domande ai concorsi pubblici. Non è previsto il limite di età, tranne in casi particolari. A parità di punteggio è preferito il candidato più giovane; Dichiarazione sostitutiva presentata da cittadini stranieri – per i cittadini dell’UE si applicano le stesse modalità previste per i cittadini italiani. I cittadini extracomunitari residenti in Italia possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive limitatamente ai casi in cui si tratti dio comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da soggetti pubblici o privati italiani; Sanzioni - Per chi produce dichiarazioni false sono previste sanzioni penali (reclusione o multa) e decadenza del beneficio richiesto. Eventuali informazioni possono essere richieste all’URP e agli Uffici Anagrafici di Palazzo dei Bruzi, e-mail a href=mailto:"pubrel@comune.cosenza.it"pubrel@comune.cosenza.it.. (07.05.99) a name=ecovillaFONT FACE="Times,Times New Roman" SIZE=4Manifestazioni ecologiche alla Villa Vecchia FONT FACE="Times,Times New Roman"Sabato 8 maggio, si svolgeranno due manifestazioni ecologiche alla vecchia Villa comunale, organizzate dall’Assessore Ortensio Longo nell’ambito del programma di Educazione ambientale. Alle 10,30, a cura della Lipu di Rende, saranno sistemate sugli alberi cinque cassette-nido che dovranno servire da richiamo per le molte specie che popolano l’antico parco. L’iniziativa avrà un seguito nei prossimi giorni con la collocazione di altri nidi sugli alberi della Villa nuova e del Parco Morrone. Alle 11, quindi, con gli alunni della scuola "Campanella", che hanno adottato la Villa, e con la collaborazione del Corpo Forestale e del Parco nazionale della Sila, saranno inaugurate le targhe botaniche a corredo dei monumentali alberi della villa. Sempre l’assessore Longo informa che l’Amministrazione ha tutt’altro che accantonato il progetto del Parco del Castello. Entro la fine dell’anno si conta di realizzarlo insieme ad altre analoghe iniziative. Si tratta del Parco del Vallone di Rovito, del Parco fluviale del Cardone, del Parco fluviale del Campagnano, dell’Orto botanico di via de Rada. (06.05.99) a name=parroci1