Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1999

Presentato la guida "Cosenza, storia, arte, cultura"

25 mag 2009
FONT FACE="Times,Times New Roman"Sarà pubblicato in quattro lingue, italiano, inglese, francese e tedesco, il libro "Cosenza, storia, arte, cultura". Si tratta di una vera e propria guida, agile e snella, stampata per i tipi dell’editore Donzelli in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Nel pomeriggio di ieri si è svolta la presentazione dell’opera presso il Ridotto del teatro Rendano. Alla presenza del Sindaco, on. Giacomo Mancini, e dell’Assessore alla Cultura Dionesalvi, è intervenuto l’autore, prof. Carlo Carlino, affiancato dall’editore dott. Carmine Donzelli, dallo storico prof. Augusto Placanica e dal prof. Giulio Ferroni già docente di letteratura presso l’Università della Calabria. Il cuore della guida è il centro storico "nei cui manufatti – ha commentato il prof. Placanica – senti traspirare l’anima non del tempo ma dei tempi. Le diverse età, stratificandosi, hanno dato vita a quell’eccezionale agglomerato urbano che è il centro storico di Cosenza dove vive una delle due anime della intera Calabria, quella dei Bruzi." Un centro storico ricordato anche dal prof. Ferroni, docente pioniere in una università nata nel nulla che adesso ha superato i vent’anni di vita. "Alla fine degli anni ’70 e per tutto il decennio successivo c’è stata una fuga da se stessi – ha commentato Ferroni – ma quella forzata trascuratezza diventa ora forza dirompente nel riproporre l’identità culturale di una città europea come Cosenza." "Una città periferica ma presente – ha aggiunto l’autore della guida, il prof. Carlino - Cosenza, nella sua storia, ha vissuto di invasioni e di passaggi, di pensiero e di azione". E così, da Alarico a Carlo V, da Telesio al Risorgimento si è ripercorso, per forza di cose, brevemente il cammino storico di una città che vuole entrare in Europa facendo leva sulla forza del passato per costruire il proprio futuro. Oltre ai percorsi tra le vie e le piazze urbane, nella guida non mancano infine le fughe all’esterno della pianta cittadina come ad esempio l’itinerario tra i Casali a cui la guida restituisce quel ruolo di riferimento vitale che hanno sempre avuto. (18.02.99) a name=svincoloa3