Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1998

Comitato di sorveglianza del Programma Urban a Cosenza

25 mag 2009
Da domani, 18 novembre, fino a venerdì 20 novembre la città di Cosenza ospiterà il Comitato di sorveglianza per il Programma Urban. Ai lavori del Comitato, presieduto dalla dottoressa Clara Collarile, e di cui fanno parte le dottoresse Cecilia Campogrande e Serena Angioli della Direzione Generale XVI Politiche regionali di Bruxelles, parteciperanno tutte le città della rete Urban Italia: Genova, Venezia, Roma, Napoli, Salerno, Foggia, Bari, Cosenza, Reggio Calabria, Palermo, Catania, Siracusa, Cagliari, Catanzaro, Lecce e Trieste. I lavori inizieranno domani pomeriggio, alle ore 15,00, presso il ridotto del Teatro "Rendano" con il saluto del Sindaco di Cosenza, on.Giacomo Mancini. Seguirà la proiezione di un video sulle opere pubbliche già realizzate dall’Amministrazione comunale o in corso di realizzazione e finanziate con i fondi dell’Unione Europea. Tra i punti all’ordine del giorno dei lavori del Comitato di sorveglianza, di cui fanno parte anche rappresentanti del Ministero del Lavoro e del Tesoro, figurano l’approvazione del resoconto sommario della seduta del 30 e 31 Marzo scorsi tenutasi nella città di Salerno, il rapporto annuale di esecuzione, la previsione di impegni e pagamenti, la riprogrammazione e i criteri di riprogrammazione a marzo del ’99. I lavori andranno avanti fino alle ore 19,00. Riprenderanno giovedì mattina, 19 novembre, alle ore 9,00, sempre al ridotto del "Rendano" dove proseguiranno per tutta la giornata. L’ultimo giorno del Comitato di sorveglianza, venerdì 20 novembre, è prevista la visita sui luoghi Urban della città di Cosenza. Il programma sarà quindi completato da una conferenza stampa, prevista per le ore 12,00 presso il salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, nel corso della quale saranno illustrati i risultati del Comitato di sorveglianza. La scelta di tenere proprio a Cosenza il Comitato di sorveglianza per il programma Urban è stata motivata dalla leadership che la città calabrese detiene nella graduatoria delle città che hanno utilizzato i fondi Urban. Cosenza ha ribaltato la tendenza negativa che voleva le città del Sud incapaci di spendere e utilizzare i fondi dell’Unione Europea. Cosenza ha invece tempestivamente speso, realizzato e rendicontato, sì da meritare il primo posto nella graduatoria delle città Urban. "L’Amministrazione comunale, ha sottolineato l’assessore al raccordo con le istituzioni della Comunità Europea, Eva Catizone, annette molta importanza ai lavori del Comitato di sorveglianza, sia perché si discuterà della prosecuzione del Pic Urban e della ripartizione dei fondi non spesi, sia perché si creerà a Cosenza una rete autorevole di presenze istituzionali in un momento in cui la regione Calabria non brilla molto a Bruxelles." (17.11.98)