Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1998

Attivo da oggi sportello per l'assistenza dializzati

25 mag 2009
Il Comune di Cosenza diventa punto di riferimento visibile e costantemente presente anche per l’area della sofferenza, ampliando il proprio impegno in campi finora lasciati alla meritoria, quanto solitaria e non sempre sufficiente, iniziativa di associazioni di cittadini. Da oggi è funzionante uno sportello per l’assistenza ai dializzati- circa 200 in città e nel circondario- cui gli ammalati potranno rivolgersi per riferire dei loro bisogni e trovare persone preparate ad ascoltarli e ad intervenire in loro aiuto. L’Amministrazione, attuando un preciso punto del programma del sindaco on. Giacomo Mancini, vuole così occuparsi in modo diretto della situazione difficile in cui si trovano decine di persone, assumendosi inedite responsabilità per contrastare disagi che negli anni sembrano aumentare anziché diminuire, come invece ci si aspetterebbe che avvenisse in un paese civile e progredito. Lo sportello per l’assistenza ai dializzati funzionerà attraverso il numero verde 167-013607 e l’indirizzo di posta elettronica A HREF="mailto:pubrel@comune.cosenza.it"UFONT SIZE=2 COLOR="#0000ff"pubrel@comune.cosenza.it/U/A, ai quali gli interessati potranno rivolgersi trovando addetti che raccoglieranno le loro richieste. Naturalmente, sarà garantita la massima riservatezza. Gli orari sono quelli d’ufficio: tutte le mattine da lunedì a venerdì, anche i pomeriggi il lunedì ed il giovedì. "Siamo lieti - dice l’assessore all’Area del disagio e dell’emarginazione sociale Enrico Morrone - di poter dare finalmente corso ad uno degli impegni più importanti del programma del sindaco che non a caso ha istituito questo assessorato, nato da alcune preoccupate considerazioni di Mancini sul millennio che rischia di chiudersi all’insegna dell’egoismo, con progressi sempre più rapidi sul piano tecnologico, ma anche con crescente insofferenza verso gli emarginati, i deboli, quanti soffrono, che vengono spietatamente lasciati indietro. Contro questo rischio - continua Morrone- il sindaco Mancini ha indicato una strada precisa: I"operare una svolta che porti a un grande programma di solidarietà sociale, organizzata, coordinata, di contrasto nei confronti dell’indifferenza, dell’individualismo che a volte confina con il cinismo". /ICon lo sportello per i dializzati, una categoria di persone particolarmente bisognose di assistenza, poniamo la prima pietra di una nuova realizzazione, che presto verrà arricchita da altre iniziative a favore dei sofferenti." (10.9.98)