Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1998

Pulizia fiume Crati

25 mag 2009
L’assessore all’ambiente Ortensio Longo risponde all’articolo apparso questa mattina sulla "Gazzetta del Sud" dal titolo "Il Crati, un fiume pattumiera". "Che il Crati sia ridotto una pattumiera, afferma l’assessore Longo, lo verifichiamo tutti i giorni, ma a ridurlo in questo stato è l’inciviltà di una categoria di persone che non rispettano le regole del vivere civile. Questi comportamenti dei cittadini che perseverano nell’utilizzare il fiume come ricettacolo di rifiuti ingombranti costeranno alla città qualcosa come oltre 150 milioni di lire per le operazioni di ripulitura dei fiumi che erano già state effettuate poco più di un anno fa. E’ veramente inutile gettare rifiuti nel fiume, prosegue l’assessore Longo, quando esiste un servizio comunale che provvede al ritiro e al trasporto dei rifiuti ingombranti su chiamata diretta dei cittadini o se i rifiuti stessi vengono depositati ogni mercoledì sera davanti ai cassonetti. Il giovedì mattina, infatti, i mezzi del servizio provvedono a ritirare quanto è stato depositato dai cittadini. C’è da aggiungere, inoltre, che il Comune ha istituito, prima dell’estate, un corpo di vigilanza ecologica che ha già sanzionato con oltre un centinaio di contravvenzioni i comportamenti non in regola con le ordinanze emanate dal Sindaco Mancini sui cani e sul deposito dei rifiuti fuori dagli orari previsti ed anche questa forma di inciviltà di gettare rifiuti nei fiumi. Le multe pertanto, al contrario di quanto sostenuto nell’articolo di stampa apparso oggi, ci sono e sono anche abbastanza salate. A breve partiremo con una nuova campagna di sensibilizzazione che speriamo possa contribuire a mettere fine a queste incresciose prove di inciviltà verso le quali non esiste giustificazione alcuna." (15.9.98)