Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1998

Trasferimento dei 17 terapisti: riunione con le famiglie dei disabili

25 mag 2009
E’ l’esasperazione seguita alla notizia del trasferimento di 17 terapisti dal Centro di Serrra Spiga in altre strutture che ha animato la riunione di un numeroso gruppo di disabili e delle loro famiglie con l’Assessore alla salute dei cittadini Pietro Mari e l’Assessore all’area del disagio Enrico Morrone. Il Sindaco On. Giacomo Mancini, intervendo sul finire della riunione, ha garantito il necessario sostegno alle giuste richieste dei familiari delle persone handicappate. "Non ci fermeremo né di fronte ad esigenze burocratiche - ha detto il Sindaco - né di fronte a problemi organizzativi che non abbiano come primo obiettivo il miglioramento dei servizi e la diminuzione del disagio". La notizia dei trasferimenti ha allarmato i diretti interessati, tra cui erano presenti i rappresentanti del Tribunale per i diritti del malato, l’Associazione Bambini Cerebrolesi, l’Associazione Italiana Persone Down, Nuovi Orizzonti Diritti Handicappati e l’Organizzazione Italiana Persone Handicappate. "Per i nostri figli non possiamo più sopportare questo stato di cose - hanno denunciato i genitori presenti - ormai siamo disposti a tutto". E, se non dovessero ottenere la revoca del provvedimento contestato, preannunciano di voler occupare il Centro di Serra Spiga. "Sono stati momentaneamente sospesi i trasferimenti - hanno lamentato a gran voce i genitori - ma rimane il fatto che, senza alcun preavviso, hanno interrotto servizi importanti come quello di terapia domiciliare, psicomotricità, kinesiterapia, logopedia e terapia occupazionale". Il Direttore Generale della ASL, contattato telefonicamente dall’Ass. Mari su richiesta delle famiglie ha fatto sapere di aver predisposto una dettagliata relazione in merito da presentare al Sindaco On. Mancini e di aver agito, comunque, affinché il servizio non subisca interruzioni. Nel pomeriggio, infine, terrà una riunione sull’argomento con i rappresentanti sindacali. "Il Sindaco ha già scritto una lettera in cui chiede alle autorità sanitarie di approfondire la valutazione del servizio - ha detto l’Assessore Mari - noi vogliamo essere sicuri che i centri di riabilitazione degli altri distretti siano perfettamente funzionanti e che la gestione del personale, che non è certo di competenza dell’Amministrazione comunale, non si rifletta in un disservizio per questo tipo di malati. Mi auguro quindi - ha concluso Mari - che la nostra azione possa servire a garantire il funzionamento del Centro di riabilitazione di Serra Spiga che per l’importanza che riveste per un gran numero di persone non può essere né minimizzato, né trascurato. Ci sono oltre 280 malati che risiedono nel distretto di Cosenza, il Centro quindi dovrebbe vedere un potenziamento delle strutture e dei materiali di sostegno. " Il Consigliere Giuseppe Ciacco ha anticipato la propria volontà di investire della questione sul piano politico la Commissione alla Sanità e l’intero Consiglio Comunale per discutere dei disservizi che si stanno manifestando sempre più nel campo della sanità. (1.10.98) center a href=attualita.htmlimg src=/ico/up.gif border=0 /center hr center a href="/home2.html"img src=/ico/left.gif border=0 ADDRESS Copyright © 1998 Comune di Cosenza. /center /address /BODY /HTML