Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 1998

Protestano i giovani del Liceo Scientifico "E. Fermi"

25 mag 2009
Non è il Comune, ma la Provincia a dover risolvere il problema di una più adeguata sistemazione dei ragazzi del Liceo Scientifico Fermi, che si trovano da anni in situazione di disagio nell’edificio di via Molinella e rischiano di dover ricorrere a doppi turni ancor più disagevoli per giovani che in gran parte provengono da fuori città. Questa mattina, una delegazione di studenti che protestavano davanti al Comune è stata ricevuta dall’assessore alla Scuola Maria Francesca Corigliano e dal vicesindaco Sergio Crea. Ai giovani Fabrizio Casella (V F), Maria Teresa Trigiante (V C), Laura Aristodemo (V C), Salvatore Zaffino (V C) e Gianluca D’(Acri (IV H) è stata illustrata la reale situazione, con preciso riferimento alla normativa vigente che stabilisce che tocca alla Provincia la soluzione del problema che li riguarda e, questo, già prima dell’entrata in vigore della più recente normativa, che a quell’Ente ha oggi delegato molte competenze che prima erano comunali. L’assessore Corigliano ha ribadito che non ci sono locali comunali da mettere a disposizione ed ha auspicato che i rapporti delle istituzioni competenti con i ragazzzi siano condotti all’insegna di una maggiore correttezza, soprattutto informativa. Ai giovani, che hanno dato tesimonianza di grande maturità e senso di responsabilità, è stato poi assicurato che il Comune farà quanto è nelle sue possibilità fare, accelerando cioè l’iter per il cambio di destinazione d’uso del suolo dove dovrà essere costruito il nuovo Liceo. In una delle prossime sedute del Consiglio verrà portata all’attenzione dell’assemblea la pratica relativa, che, una volta approvata, consentirà alla Provincia l’avvio dei lavori. (6.10.98)