Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Comunicati Portavoce del Sindaco

Federalismo: Perugini, fortissima accelerazione che estromette autonomie locali da confronto

21 gen 2011

Federalismo: Perugini, fortissima accelerazione che estromette autonomie locali da confronto

Il Vice Presidente Perugini in una nota dell'ANCI: "Su interventi coesione sociale decreto incostituzionale"

«Sui decreti delegati del federalismo fiscale assistiamo a una fortissima accelerazione, che estromette le autonomie locali e i Comuni da un confronto e una condivisione seria, al contrario di quanto avvenne invece per l'approvazione della legge delega sul federalismo». Lo afferma il sindaco di Cosenza e vicepresidente dell'Anci, Salvatore Perugini, al termine della Conferenza Unificata convocata oggi al ministero degli Affari regionali.

Lo spunto arriva proprio dalla discussione di uno dei punti all'ordine del giorno, che riguarda l'attuazione dell'articolo 16 della legge delega sul federalismo (interventi speciali per la rimozione degli squilibri economici e sociali): «Abbiamo espresso la nostra contrarietà e dato parere negativo allo schema di decreto, perché nella definizione degli interventi previsti il ruolo dei Comuni viene completamente estromesso. Il decreto dunque, secondo l'Anci, «non solo elude i principi della legge sul federalismo, ma e' anche incostituzionale rispetto all'articolo 119». L'Anci inoltre ha fatto notare che «questo provvedimento e' stato presentato dal governo come parte del cosiddetto Piano per il sud», mentre «l'attuazione della disposizione costituzionale relativa agli interventi speciali dello Stato riguarda l'intero territorio nazionale».

Le proposte dell'Anci sono state raccolte in un documento emendativo consegnato al ministro Fitto: «Speriamo che le nostre rilevazioni vengano accolte - conclude Perugini - perché sarebbe un peccato, dopo l'impegno al confronto dimostrato dall'Anci nell'approvazione della legge delega, che il confronto si interrompesse sulla discussione dei decreti delegati come questo. Serve una condivisione seria». (mv)