Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa

Residenze universitarie nel centro storico: siglato l?accordo Comune-Unical-Aterp

21 mag 2009
L?Aterp ha ristrutturato gli storici palazzi, dall?Universit? della Calabria arriveranno i giovani che ne occuperanno gli alloggi, il Comune di Cosenza fornir? i servizi necessari. L?accordo siglato oggi tra le tre istituzioni pone i presupposti perch? si realizzi il sogno di far rivivere il centro storico di Cosenza attraverso la presenza, non pi? solo serale e notturna, ma quotidiana, di studenti universitari. Per il Sindaco Salvatore Perugini si tratta di un tassello che va ad aggiungersi ad un quadro da tempo in costruzione. Dopo la convenzione, qualche settimana addietro, con un istituto bancario per crediti agevolati a chi voglia ristrutturare o acquistare nella citt? vecchia e il varo, appena l?altro ieri, dell?Opificio delle idee, arriva ?oggi questo importante accordo al quale daremo tutto il contributo necessario per rendere sempre pi? attrattivo il nostro centro storico?. Il Sindaco ha ricordato che la citt? antica viene citata sulla guida Lonely Planet come ?straordinaria sorpresa? che riserva Cosenza ed ha ribadito l?invito a tutte le forze cittadine a voler diffondere un messaggio positivo sulla citt?. ?I problemi per i Comuni permangono e sono emersi anche ieri durante l?incontro dell?Anci con il Presidente Berlusconi. Ma ce la metteremo tutta perch? i nostri progetti vadano avanti e perch? Cosenza riprenda la sua centralit? di capoluogo nell?ambito dell?area urbana e della provincia, senza volont? egemoniche ma con la consapevolezza di una storia e di un ruolo e facendo le scelte pi? utili a questo ampio comprensorio.? Perugini si ? complimentato con il Rettore per gli ottimi risultati che l?annuale ricerca Censis (pubblicata in volume da La Repubblica) ha riservato all?Universit? di Arcavacata e di cui lo stesso Latorre ha informato la platea. Il Vicesindaco Franco Ambrogio ha parlato della necessit? di ricostituire il clima giusto attorno a questa decisione di accoglienza per incentivare l?arrivo dei giovani studenti nel centro storico. ?Il Comune ? ha detto- si ? impegnato a creare le condizioni giuste, a partire da un buon sistema di trasporto per e dall?Universit?, dal reperimento di parcheggi a servizio degli alloggi, da un adeguato sistema di sorveglianza. Ma ? indispensabile anche la collaborazione di ogni istituzione e delle forze vive sul territorio perch? sia favorito realmente questo progetto.? Di una vera e propria sfida ha parlato il rettore Giovanni Latorre. ?E? una scommessa che vale la pena di essere giocata. Siamo abitanti di un?area urbana che vorremmo sempre pi? integrata. La nostra Universit? sta incrementando le presenze da altre regioni e dall?estero e l?accordo con l?Aterp e il Comune pu? rivelarsi molto utile visti gli attuali problemi di residenzialit?. Dobbiamo, poi, farci carico del problema di evitare che un bene pubblico come il centro storico di Cosenza possa degradarsi e diventare marginale. Quindi faremo uno sforzo per portare gli studenti nel centro storico, consapevoli che questa scommessa va giocata non solo dagli enti firmatari dell?accordo, ma da tutte le forze pubbliche e private della citt? per rendere sempre pi? attrattiva la citt? antica. Solo cos? Cosenza potr? davvero connotarsi sempre di pi? come citt? universitaria.? I primi alloggi disponibili saranno quelli di palazzo Bombini su Lungo Crati, gi? restaurato dall?Aterp che, accanto al tradizionale ruolo di realizzatore di case di edilizia residenziale, ha ora imboccato questo nuovo tipo di impegno, illustrato dal Commissario Giuseppe Marchese. ?Integrare la nostra consueta attivit? con la ristrutturazione di palazzi storici ci gratifica perch? significa contribuire alla crescita e alla rigenerazione sociale del centro storico. Su questo obiettivo ci sentiamo impegnati, con risorse non eccessive ma dignitose che ci consentono di fare la nostra parte per il recupero della citt? vecchia e del senso di identit? che essa contiene?. Gli altri edicifici storici in via di ristrutturazione per essere riservati a residenze universitarie e servizi connessi sono i palazzi Bombini alla Giostra vecchia, Catizone, De Luca, Stancati-Palma, Francini, Leonetti, Piccolo, Cosentini, tutti di propriet? dell?Aterp.