Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa

Perugini alla stampa e ai dipendenti: ?Regole, trasparenza e valorizzazione del merito sono i nostri obiettivi?

21 mag 2009
Ieri, all?assemblea del personale, da una parte sindacale gli era stata negata la possibilit? di dire la sua, anzi era stato invitato a parlare a mezzo stampa. Il Sindaco Perugini non se lo ? fatto ripetere due volte e, sollecitato da una parte cospicua degli stessi dipendenti che non hanno condiviso l?accaduto, questa mattina ha tenuto una conferenza stampa, allargata a tutto il personale, per dire ai dipendenti, alla stampa e alla citt? che la sua Amministrazione sulla questione della riorganizzazione dei servizi e del personale sta spendendo le migliori energie con un unico obiettivo: ripristinare o creare ex novo regole che non c?erano e in tal modo dare certezze e valorizzare i dipendenti per ottenere servizi migliori per la citt?. L?Amministrazione ? pronta a riprendere il confronto con le sigle sindacali che per mesi lo hanno rifiutato, ma ripartendo dagli atti fin qui prodotti, che costituiscono punti fermi da cui non si receder? per nessun motivo in quanto frutto di riflessione e di volont? di andare avanti per il bene collettivo. Il Sindaco ha innanzitutto ringraziato i moltissimi intervenuti e le organizzazioni sindacali che nei mesi scorsi hanno partecipato alla concertazione. Ha poi ricordato di aver voluto, come uno dei primi atti rivolti al personale, il varo di un Regolamento degli uffici e dei servizi, quale base essenziale per stabilire diritti e doveri. ?Non esisteva alcuna corrispondenza tra organizzazione e stato di fatto, con conseguente incertezza per tutti. Per il Regolamento ci siamo attenuti al memorandum, siglato nel 2007 dal Governo Prodi con le organizzazioni sindacali, che fissa i punti per la riorganizzazione della Pubblica Amministrazione attraverso innanzitutto la valorizzazione delle professionalit? dei lavoratori.? Ha rivendicato, quindi, questo atto come prerogativa precipua dell?Amministrazione e responsabilit? politica alla quale non avrebbe mai rinunciato. Ci? nonostante, questo non ha significato chiusura ai sindacati, tutt?altro: il Sindaco ha ribadito di aver sempre perseguito il confronto. ?Come Presidente dell? ANCI regionale, ho personalmente firmato il protocollo d?intesa con Lega Autonomie, Cgil, Cisl e Uil, dove si rafforza l?idea della concertazione per il miglioramento della Pubblica Amministrazione. A Cosenza, dopo la deliberazione di Giunta sugli assetti apicali (Staff, Settori e Servizi) per i quali era prevista solo un?informativa ai sindacati, si ? dato avvio alla concertazione per la riorganizzazione del personale, esprimendo la volont? ? pur non avendone l?obbligo- di apportare eventualmente modifiche a quell?assetto se da questa concertazione fossero emerse come indispensabili.? Dunque, totale correttezza sia sul piano formale che su quello sostanziale. ?La concertazione, per la quale la legge prevede 30 giorni di tempo, ? partita a marzo del 2007 ma le manovre dilatorie di alcune sigle sindacali ne hanno impedito un corretto svolgimento. L?Amministrazione ha tenuto aperte le trattative per cinque mesi, finch? il 10 agosto, constatato che Cgil, Cisl e Uil non avrebbero partecipato, continuando invece a rivendicare ?corrette relazioni sindacali? e senza mai presentare sul tavolo una controproposta, l?Amministrazione ha ritenuto di non poter ritardare oltre per rispetto ai dipendenti ed alla citt?.? Perugini ha stigmatizzato un atteggiamento sindacale sul quale, peraltro, ci si interroga ormai a livello nazionale perch? si avverte l?esigenza di evitare in futuro trattative defatiganti, prolisse e che spesso non giungono a risultati in tempo utile. Per quanto riguarda la riorganizzazione del personale ?si ? cominciato con la categoria ?D? ma si proceder? poi per tutte le altre categorie, perch? si vogliono dare pi? certezze, pi? stabilit?, pi? diritti a chi merita. Le selezioni non si fanno per tagliare teste o privilegiare gli amici. E? stato previsto il colloquio per dare a chi ha competenze la possibilit? di metterle in luce e non su materie sconosciute ma sul lavoro svolto e per il quale si concorre. Chi ha ben lavorato non ha nulla da temere. Quindi, le selezioni sono garanzia di trasparenza: non le avremmo fatte se avessimo voluto creare una serie di privilegi. In questo caso, si poteva continuare a fare come si ? fatto finora. Altro che trattative con i sindacati, bastavano trattative private, anzi privatistiche.? Il Sindaco Perugini ha ribadito che condurr? fino in fondo questa battaglia condotta nell?interesse esclusivo dei cittadini ed ha invitato a voler rimandare il giudizio alla fase della verifica. Pur censurando quanto accaduto ieri al Cinema Italia, ha riconfermato la sua propensione al colloquio ed a riprendere il confronto con i sindacati. Ma ?dobbiamo andare avanti da punti fermi, sui quali questa Amministrazione ha maturato consapevolezza piena.? Il Sindaco ha concluso ricordando che ? grazie alle regole e ad una gestione rigorosa del personale e della macchina burocratica nel suo complesso che si sono ottenuti risultati come il passaggio al tempo pieno di 18 vigili part time e che si sta pensando ad analogo provvedimnento per altri 22 loro colleghi. ?Ci stiamo occupando anche dei criteri di ripartizione del fondo integrativo, che non pu? essere lasciato all?arbitrio.? Dunque: ?Il nostro impegno ? quello della valorizzazione del personale attraverso la fissazione e il rispetto delle regole, perch? ? solo attraverso questa strada che si otterr? anche il miglioramento dei servizi al cittadino.?