Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2008

Pratiche urbanistiche in Consiglio comunale il 30 giugno

21 mag 2009
Consiglio comunale il 30 giugno alle 10. E’ stato convocato con all’ordine del giorno, quali primi punti: 1)Modifiche alle norme tecniche integrative dei Piani attuativi unitari-PAU Tenimento, Guarassano, Timpone degli Ulivi e Bivio Donnici, approvate con deliberazione del Consiglio comunale n.90 del 29.11.2007; 2)Variante generale al Prg-Presa atto vigenza Linee Guida della Pianificazione regionale e dichiarazione di non contrasto con le stesse; 3)Avvio procedura per la formazione del Piano strutturale comunale, del relativo REU e del POT. Seguono i punti non trattati nelle precedenti sedute. In caso di mancanza del numero legale, la seduta successiva è convocata per il 1° luglio alle ore 15,o0. Le modifiche alle norme tecniche dei P.A.U. erano state varate il 16 giugno scorso dalla Giunta che aveva deliberato di proporre al Consiglio comunale di approvare le controdeduzioni alle osservazioni pervenute da parte dei privati entro il 7 gennaio di quest’anno. Le modifiche più significative, a parziale accoglimento delle osservazioni pervenute, riguardano un lieve intervento relativo alla viabilità che non altera il disegno complessivo della rete; l’individuazione delle aree F3 oggetto di cambiamento della percentuale di destinazione d’uso; il miglioramento della localizzazione di alcune unità immobiliari a seguito di approfondimento delle conoscenze ambientali; l’incremento volumetrico nel rispetto dei valori paesaggistici e nel mantenimento della popolazione residente; la disciplina dell’edificazione in presenza di elettrodotti Nei giorni precedenti, la Giunta aveva preso atto del “non contrasto” del Piano regolatore generale vigente alle Linee Guida della Pianificazione regionale, per cui restano in vigore le previsioni del PRG vigente a Cosenza. Con una seconda delibera, la Giunta ha avviato la procedura per la formazione del Piano Strutturale Comunale, del relativo Regolamento Edilizio Urbano e del Piano Operativo Temporale in considerazione della “necessità di adeguare la variante al Prg ai principi di sostenibilità, sussidiarietà e partecipazione, sostenuti dalla legge regionale n.19/2002 e successive modificazioni e dalle Linee Guida della Pianificazione regionale”. L’Amministrazione ha espresso la volontà di arrivare entro un anno all’adozione dei tre nuovi strumenti urbanistici.