Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2008

"Note di maggio" alla Festa del S.S. Crocifisso. Presentato il programma dei festeggiamenti civili

21 mag 2009
Un festival canoro vero e proprio che mescola giovani talenti locali e “vecchie glorie” della canzone cosentina, alcune delle quali hanno conosciuto la ribalta nazionale ed ora, dopo un effimero successo, sono tornate nella città di provenienza con la voglia di rimettersi in gioco. E’ questa la formula di “Note di maggio”, il I Festival S.S.Crocifisso, in programma sabato 3 maggio alle ore 21,15 in Piazza Riforma, promosso dal Comitato Organizzatore della Festa e dall’Assessorato alle attività economiche e produttive del Comune di Cosenza. Questa mattina il programma dei momenti non strettamente religiosi della Festa del Crocifisso, di cui il Festival “Note di maggio” rappresenta la manifestazione più attesa, è stato presentato nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’Assessore alle attività economiche e produttive Maria Rosa Vuono, il Presidente del comitato organizzatore Pasquale Perri, il Direttore artistico dello stesso festival Fausto Guido e la Presidente della giuria del concorso canoro Alessandra Palmieri. “Dopo l’elevazione della Chiesa del S.S.Crocifisso a Santuario Diocesano ed il ritorno nel complesso conventuale della statua lignea venerata dai moltissimi fedeli della nostra città – ha affermato nell’intervento introduttivo l’Assessore Vuono – questo festival canoro si affianca alle manifestazioni religiose, rappresentando anch’esso uno spaccato importante dell’identità della nostra città grazie al quale si tenta di restituire anche a questo momento musicale la dignità che aveva nei tempi andati, quando Piazza Riforma rappresentava il punto di partenza, per alcuni nostri cantanti ed allora giovani promesse, per palcoscenici più ambiti”. Alcuni di questi cantanti che ebbero la fortuna di raggiungere un successo, sia pure effimero erano presenti in mezzo al pubblico durante la conferenza stampa di questa mattina. Un nome su tutti, Fabio Trioli, che partecipò, moltissimi anni fa,alla famosa trasmissione televisiva “Settevoci”, ideata e condotta da Pippo Baudo. L’Assessore Vuono ha ricordato che dall’incontro, tre mesi addietro, con il Presidente del comitato organizzatore Pasquale Perri, è nata l’idea di rilanciare e riqualificare la Festa del Crocifisso, “un pezzo di storia – ha sottolineato la Vuono – da tenere in considerazione e da far ripartire.” L’Assessore alle attività economiche e produttive del Comune ha evidenziato anche la presenza di una cinquantina di venditori ambulanti che animeranno, sin da domani e fino a domenica 4 maggio, quegli stands e quelle bancarelle che fanno oramai parte della tradizione della Festa e che sono entrati da tempo immemorabile nel nostro immaginario collettivo. In occasione della Festa del Crocifisso il Comune ha concesso agli esercizi commerciali della zona di restare aperti nella giornata di domenica 4 maggio, in deroga alle disposizioni di legge. “La Festa del Crocifisso – ha affermato nel suo intervento il Presidente del Comitato Organizzatore Pasquale Perri – deve lasciare un messaggio di speranza. Era giusto, dunque, mettere al bando le esibizioni costose e lasciare spazio agli artisti emergenti del nostro territorio che sono tanti. Ovviamente, in un siffatto contesto – ha aggiunto Perri – non si poteva prescindere da quelle “vecchie glorie” cui si deve l’origine di queste manifestazioni canore legate alla nostra Festa e che, accanto all’impatto più forte, che è quello della parte più strettamente religiosa, assicurano comunque dei momenti di sano divertimento.” Il Festival canoro sarà sicuramente un’occasione per i giovani talenti di mettersi in mostra e per gli artisti di un tempo di rivivere emozioni diversamente non più riproponibili. Ne è convinta la giovanissima Presidente della giuria Alessandra Palmieri, che di canto se ne intende per essere, tra l’altro, un’apprezzata vocalist jazz. “Vivere in musica e con la musica manifestazioni di tipo cristiano è quanto di meglio ci possa essere – ha detto la Palmieri. E’ risaputo – ha aggiunto – che chi canta prega due volte e allora quale occasione migliore per accostare i due momenti, quello prettamente religioso e quello più disimpegnato?” Il Festival canoro “Note di maggio” in programma sabato 3 maggio, sarà preceduto da altri due momenti di spettacolo, in Piazza Riforma: giovedì primo maggio, alle ore 21,00, il “Baby Show” animato da giovanissimi artisti e venerdì 2 maggio (ore 21,00) da una commedia in dialetto cosentino, a cura dell’Associazione “Handicap e non solo”. Alla conferenza di questa mattina è intervenuta anche la Presidente della I Circoscrizione Giovanna Tartoni che, rispondendo alle sollecitazioni di alcuni artisti presenti che hanno lamentato il disinteresse delle istituzioni rispetto alle poche opportunità loro riservate, ha sottolineato come “la prima circoscrizione ha organizzato a più riprese manifestazioni canore volte a valorizzare i talenti artistici della città, pur nelle ristrettezze del proprio bilancio.” Tra le idee che tanto l’Assessore Vuono quanto la Presidente della I Circoscrizione stanno elaborando per la prossima estate ci sono: una rassegna che coinvolgerà, sull’esempio di quanto fatto lo scorso anno con il progetto “Non girarci intorno”, gli esercizi commerciali del centro storico; l’intenzione di trasformare Corso Plebiscito in una sorta di viale simile a Viale Ceccarini a Riccione, sfruttando ovviamente la suggestiva “balconata” sul centro storico e, ma non da ultimo, l’utilizzazione dello spazio del Mercato dell’Arenella per tutta l’estate facendolo diventare la cornice ideale per l’esibizione di tutti i gruppi musicali della città.