Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2008

Gianluca Greco: "condivido lapertura ai socialisti"

21 mag 2009
“Condivido pienamente l’analisi del collega Saverio Greco per ricominciare sin da subito a rilanciare l’idealità socialista nel Partito Democratico, così come condivido anche l’apertura del capogruppo del PD alla Regione Calabria Nicola Adamo volta a valorizzare le reciproche identità all’interno di un percorso che contempli la compresenza dei democratici e delle forze socialiste.” Lo afferma il consigliere comunale Gianluca Greco, Presidente della Commissione bilancio di Palazzo dei Bruzi. “Il risultato elettorale nazionale – sottolinea Gianluca Greco - rafforza il dato del 2006. Mettendo a confronto i consensi riportati allora in città da DS e Margherita con quelli totalizzati ora dal Partito Democratico non si può fare a mano di notare come vi sia stato un aumento di circa duemila voti. Questo fa comprendere come nel Paese si sia affermata una voglia di cambiamento del sistema politico, favorendo quel bipolarismo che semplifica la geografia dei partiti contro le eccessive frammentazioni del quadro politico che spesso in passato hanno ingessato la governabilità del Paese stesso. Ora lo scenario è totalmente cambiato: da una parte un partito di matrice conservatrice e populista; dall’altra un partito di matrice riformista, progressista e di rinnovamento. Su questa base bisogna aprire un’attenta discussione ed un confronto costruttivo con i socialisti per poter rilanciare l’azione politico-amministrativa della città di Cosenza. Ci attendono appuntamenti importanti- afferma ancora Gianluca Greco - come l’approvazione del bilancio. Anche se non sarà facile far quadrare i conti, riteniamo con convinzione di poter licenziare un documento contabile capace di rilanciare le attività della nostra Amministrazione comunale e di fornire quegli indirizzi politici che contribuiranno ad orientare anche il successivo percorso di questa consiliatura. Si può fare, ma non dovremo avere indugi. Dovremo, invece, trovare il coraggio di osare e di portare nella maggioranza nuove energie, quelle in grado di far compiere un salto in avanti all’azione amministrativa del governo della città. In un quadro del genere è auspicabile che anche da parte socialista si contribuisca ad accelerare questo processo di inclusione.”