Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2007

Qualicities, marchio di qualità europeo per le città di cultura

21 mag 2009
Si è recentemente concluso a Pécs (Ungheria) il progetto “Qualicities”, per stabilire gli indicatori relativi al marchio di qualità per le città europee di cultura. “Qualicities” nasce tra le città partecipanti ad AVEC, che hanno creato e sperimentato un marchio europeo di qualità per le città storiche. Un progetto ambizioso cofinanziato dall’Unione Europea con il programma INTERREG IIIC. Da maggio 2005 a maggio 2007, da Arles (Francia) a Cosenza, i partners si sono riuniti più volte. “Qualicities” (quality-cities) è un marchio europeo creato dalle collettività locali e per le collettività locali. Riconosce le politiche di sviluppo sostenibile delle città e dei territori storici in Europa. Unico per i suoi obiettivi e per la portata geografica, “Qualicities” è un marchio di distinzione riconosciuto dall’AFNOR, agenzia di certificazione francese riconosciuta in tutto il mondo. Il marchio di qualità insiste, soprattutto, sulla valorizzazione delle competenze personali, dei servizi pubblici, le sinergie create nella collettività con le imprese, i cittadini e le istituzioni. Qualicities, basato sul patrimonio delle comunità locali, ha per obiettivo generale quello di implementare i servizi a vantaggio dei cittadini utenti. Cosenza, tra i fondatori della rete AVEC dalla quale è nato il programma “Qualicities”, ha presentato alla Commissione europea un progetto giudicato fra i migliori quattro in Europa. Nel progetto, tra le “buone pratiche”, sono presentate le politiche culturali cittadine, dalla programmazione del Teatro Rendano al Museo all’Aperto, dal Festival di Invasioni alla intera programmazione culturale dell’Amministrazione comunale. Nei prossimi mesi Cosenza ospiterà gli esperti dell’Agenzia AFNOR che cominceranno a verificare se la Città di Cosenza soddisfa tutti gli indicatori fissati per il marchio di qualità, indicando, eventualmente, quale percorso bisognerà seguire per poterlo ottenere. Frattanto la Città di Cosenza potrà presentare il proprio progetto anche alla rete nazionale CIDAC, tra le città italiane d’arte e di cultura, in modo da diffondere anche sul territorio nazionale la cultura della certificazione di qualità relativa alle peculiarità delle città e dei territori storici. Il lavoro è inoltre da considerarsi propedeutico, sul piano culturale, rispetto al Piano strategico che l’Amministrazione sta approntando.