Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2007

Alla Sagra dellUva tavola rotonda "Bere responsabile"

21 mag 2009
Presso la sala ricevimenti S.Elia Garden in Donnici Inferiore si è svolta una tavola rotonda sul tema “Bere responsabile”, il quarto degli incontri culturali previsti nel corposo programma della XXVII Sagra dell’Uva e del Vino D.O.C. Donnici. All’incontro hanno partecipato: Enza Susanna Medico Dirigente ASL 4 di Cosenza, che ha illustrato il problema dell’eccedenza dell’alcool dal punto di vista medico; Ermenegilda De Caro Dirigente Scolastico Liceo Statale “L. Della Valle”, che ha parlato di come la scuola sia presente sui problemi delle dipendenze e di come solo una elevata istruzione possa arginare un problema dilagante come quello dell’alcool presente in modo significativo tra i più giovani. Il Dirigente della Polizia Stradale di Cosenza Gianfranco Martorano, si è soffermato sul tema della sicurezza stradale fornendo dati importanti sulle cause di incidenti provocati dall’abuso di alcool. Inoltre ha sottolineato come, dall’entrata in vigore dell’ultima legge per la prevenzione e il controllo del tasso alcolico nei conducenti degli autoveicoli, il dato di incidenti e di mortalità sia diminuito. Matilde Ferraro Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Cosenza, ha concluso i lavori della tavola rotonda sottolineando il coraggio dell’organizzazione ad affrontare il problema del bere responsabile proprio in occasione di una manifestazione quale la sagra dell’uva simbolo della trasgressione sul bere. Ha anticipato quali iniziative il suo assessorato sta intraprendendo, soprattutto con i gestori dei locali, ritenendo che la giusta informazione e la divulgazione soprattutto tra i giovani sia la migliore soluzione per contrastare il problema dilagante delle dipendenze. Ida Filice Segretaria Associazione Nazionale “Accademia Italiana Donnici DOC”, ha illustrato il perché l’accademia abbia inteso organizzare questo incontro e le motivazioni della stessa associazione di voler fare del vino un veicolo di cultura e benessere. Ha inoltre specificato che l’organizzazione in questa edizione ha potenziato la presenza dei bus navetta, proprio in considerazione del fatto che si vuole tendere in ogni modo alla sicurezza dei visitatori così numerosi che ogni anno partecipano alla manifestazione. Francesco Renzelli, proprietario dell’omonimo caffè storico della città, ha portato una grande testimonianza di come il consumo dell’alcool sia prevalente durante l’arco della giornata anche nei giovanissimi . Il dibattito è stato animato e partecipato e si è concluso con la degustazione dei prodotti tipici offerti dalla Coldiretti di Cosenza e il “solo” bicchiere di buon vino Doc Donnici.