Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa » Archivio Comunicati Stampa 2007

Rinviato a domani il Consiglio Comunale

21 mag 2009
Sono stati aggiornati a domani mattina, con inizio alle ore 10.30, i lavori del Consiglio Comunale. Dopo essere rientrati in aule, i Consiglieri hanno discusso e approvato soltanto il punto 5 all’ordine del giorno sul decentramento delle funzioni catastali ai comuni. L’Assessore Mario Veltri ha svolto la relazione introduttiva “Il decentramento delle funzioni catastali è di notevole importanza per i comuni e non solo per il servizio che viene reso ai cittadini. Per la gestione del territorio, infatti, è indispensabile la banda dati rappresentata dal Catasto. Questo provvedimento governativo,dunque, risponde all’esigenza di mettere i comuni nelle condizioni di gestire queste funzioni prevedendo anche la disponibilità di finanziamenti e la possibilità di assorbire personale del Catasto. Non avverrà in tempi brevi, ma entro il 3 ottobre i Consigli comunali devono optare per uno dei tre profili previsti, a seconda del grado di coinvolgimento che si vuole raggiungere nella gestione delle funzioni catastali. È indispensabile, a nostro avviso, che il Comune di Cosenza si faccia carico del modo più completo. Non appena saremo in grado di avere la gestione effettiva avremo a disposizionee un elemento fondamentale per gestire il territorio, sia sul piano della pianificazione che dell’equità fiscale”. Al termine del suo intervento l’Assessore risponde ale richieste dei consiglieri Sergio Nucci e Saverio Greco della Grande Alleanza con la Rosa nel Pugno. Anche il Sindaco Perugini illustra il percorso disegnato dal legislatore e le opzioni che questo ha voluto riservare a tutti i comuni, soprattutto a quelli più piccoli. “Questo cammino dovrebbe esaurirsi entro la fine di luglio del 2009 e dovrà vedere tutta una serie di documenti che allo stato non ci sono. E non sarà precluso ai comuni di accorparsi in consorzi. La proposta che si fa al consiglio, quindi, è quella di decidere entro il 3 ottobre per l’ipotesi più complessiva della funzione diretta delle funzioni catastali”. Saverio Greco (Grande Alleanza con la Rosa nel Pugno) “La cosa più interessante è quella di integrare la pianificazione del territorio con quello della imposizione fiscale riguardo alla gestione del territorio stesso. Se questa è la prospettiva, che secondo me è di grande rilievo, mi auguro che l’approccio dell’amministrazione non sia quello di decidere oggi con la possibilità di cambiare idea più tardi. Il tema è di tale rilievo che ci vuole un forte orientamento strategico. Non potete chiedere al consiglio di approvare la pratica e poi che domani si può cambiare idea. Perché si tratta di una scelta strategica”. Stefano Filice (Udeur) “Non condivido dubbi e perplessità del consigliere Greco riguardo a questa pratica. Avere questo decentramento del catasto sarà una risorsa aggiuntiva per la città, ci darà opportunità non solo sul piano fiscale ma anche del controllo del territorio. Del resto quello che si vuole raggiungere è l’obiettivo di avvicinare i servizi ai cittadini. Esprimiamo voto favorevole”. Michelangelo Spataro (Udeur) “O ci si accusa di immobilismo oppure, quando facciamo qualcosa, ci si mettono i paletti. Ringrazio l’Amministrazione, che non ha avuto dubbi nell’optare per la gestione completa del catasto. Non vedo neanche problemi nella gestione del servizio, visto che il Comune è dotato di 34 dirigenti”. Sindaco Salvatore Perugini “Al passaggio di queste funzioni sono stati interessati due settori, Bilancio e Pianificazione, l’Assessore Nucci e Veltri hanno concertato iter di questa pratica partecipando anche attivamente ad un incontro tematico molto affollato in cui i tecnici di Ancitel e dell’Anci sono venuti a Cosenza a dare una compiuta informazione sui passaggi e le scelte da fare. La consapevolezza dei problemi legati alla introduzione dei decreti Bassanini ha indotto il legislatore a stabilire questo percorso. Non c’è quindi un ritardo dovuto ad omissioni, ma un ritardo a livello centrale per le problematiche che il trasferimento di una funzione così delicata comporterà. È chiaro che apriremo una fase di grande collaborazione con l’Agenzia del territorio”. Per dichiarazione di voto preannunciano la propria astensione: Commodaro (Udc), Sergio Nucci (Grande Alleanza con la Rosa nel Pugno). Il punto 5 è approvato con 16 voti favorevoli e 6 astenuti. Immediata esecutività approvata con 17 voti favorevoli e 5 astenuti. Al termine Damiano Covelli (Pd) interviene per mozione d’ordine proponendo il rinvio del consiglio a domani mattina alle ore 10.30, tenuto conto dell’assenza di molti consiglieri comunali. Nell’intervento esprime amarezza per la conferenza stampa della minoranza che giudica un atto di scorrettezza politica. Vincenzo Adamo (Grande Alleanza con la Rosa nel Pugno) interviene contro, Franco Napoli (Pd) a favore. La mozione è approvata all’unanimità.