Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Giorgio Albertazzi approda a Invasioni: recital in Piazza XV Marzo

24 lug 2011

A poco più di un anno dal recital tenuto al teatro "Morelli", Giorgio Albertazzi torna a Cosenza, domani, lunedì 25 luglio, in quella che si annuncia come una delle serate più importanti del Festival delle Invasioni.

L'8 giugno del 2010, Albertazzi, sicuramente il più grande attore vivente nel panorama teatrale nazionale, aveva, proprio al "Morelli", regalato ai cosentini una intensa serata di gran teatro nel corso della quale aveva declamato alcuni dei sonetti più significativi della letteratura e poesia italiane e internazionali, spaziando da Eliot a Dante, da D'Annunzio a Quasimodo, da Caproni a Neruda, Lorca, Montale, Gozzano, Palazzeschi, Carducci. Alla città di Cosenza, Albertazzi, che nella circostanza aveva anche fatto visita alla Biblioteca civica, regalò pure una magnifica lettura della poesia di August Von Platen "La tomba nel Busento", tradotta dal Carducci, e che evoca la leggenda di Alarico e la sua sepoltura nel letto del fiume cosentino.

Domani ad "Invasioni" Giorgio Albertazzi si ripresenta al pubblico cosentino di Piazza XV Marzo (ore 22,30) con un nuovo recital, "In vita mia e altro", del quale è lo stesso attore a delineare i contorni.

"Diceva Montanelli - sottolinea Albertazzi - "ho attraversato il mio secolo", io dico che ho attraversato il mio secolo e l'ho anche superato.

Ho visto cinque guerre, ne ho fatta una, ho conosciuto il carcere politico, tre volte ho rischiato di essere fatto fuori, ma soprattutto, ho riempito la mia vita di allegrezza e di leggerezza.

La storia come la vita, diceva Protagora, va affrontata con allegria, almeno anche l'errore e l'orrore mostrano un lato rosa.

Raccontandovi di me, con ironia  e leggerezza, racconto senza volerlo la storia del mio Paese.

Come un cantastorie irriverente, spero che mi vada bene e che non me ne vogliate.

Penso che vi divertirà - aggiunge Albertazzi a proposito del recital di "Invasioni" - perché ne ho di cose da raccontare. Soprattutto vorrei raccontare il profilo, il lato A e il lato B delle donne: le donne amate, le donne che mi hanno amato e non amato, le donne che hanno reso eccitante il mio vivere.

La morte? Ma è una beffa, non lo sapete?"

 

Gli altri appuntamenti

 

Prima dell'esibizione di Giorgio Albertazzi in Piazza XV Marzo il programma di "Invasioni" di domani (lunedì 25 luglio) prevede, inoltre, alle ore 21,30, nel chiostro di San Domenico, il concerto di Kyle (vedi scheda allegata) , musicista calabrese che si muove lungo i territori del cantautorato acustico.

Per la rassegna "Cinema...amore mio", all'Arenella, alle ore 21,30, prevista la proiezione del film di Jorge Sánchez - Cabezudo , "La notte dei girasoli". A seguire, "Art two: Il cinema si fa in due" di Gianfranco Labrosciano e Orazio Garofalo, sorta di cortocircuito o, per meglio dire, di collegamento parallelo tra il canale produttivo di un intellettuale che si interessa di arte e il canale distributivo di un artista che si interessa di cultura.A ben vedere, fra Gianfranco Labrosciano e Orazio Garofalo si è innescato un naturale e reciproco 'farsi prendere e incantare' che ha prodotto, grazie pure alla 'trasparenza' del mezzo di ripresa (un'avanzatissima microcamera),un'intimità psicofisica fra gli interlocutori e un inedito modo di esprimersi, a metà strada fra memoria e fantasia, spiritualità e poesia, fra spazi della città e tempi degli uomini. In definitiva, "Art two" è la vibrazione cinematografica che si instaura fra un regista e un critico d'arte, attivando luci, ombre e parole.

Completa il programma di domani, a partire dalla mezzanotte, in Villa Vecchia, il consueto dj set che vedrà protagonista Shirt vs T-Shirt.