Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Solidarietà sociale innovativa per l'integrazione delle donne immigrate

04 mag 2009

Si è appena concluso il Progetto S.I.S.S.I.: Sviluppo Immigrazione  Solidarietà  Sociale  Innovativa, che si propone l'integrazione delle donne immigrate nella nostra città attraverso una serie di azioni di comunicazione e cooperazione  e promuovendone in particolare la partecipazione all'economia locale.

Il progetto vede impegnati il Cif (centro italiano femminile), la Cisl e l'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cosenza, che hanno dato vita  ad un Gruppo di studio prevedendo, tra l'altro, la realizzazione della Banca del Tempo e una Mostra Permanente "Donne immigrate portatrici di valori e di conoscenze".

I risultati del progetto verranno presentati il 29 maggio nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi.

Il Gruppo di studio ha, intanto, diffuso la seguente nota per spiegare lo spirito del progetto, le modalità di svolgimento e obiettivi:

 

"Creazione a Cosenza di un Gruppo di Studio per promuovere un percorso di gender mainstreaming fra donne italiane ed immigrate.

E' possibile l'integrazione? Quale il modello? Quello assimilazionista, quello multiculturale o quello dell'integrazione che valorizzi il dialogo ed il confronto, mettendo in moto le risorse e l'impegno di tutti?

La risposta, nelle suggestive parole di Bertold Brecht "quando sono tornato, non erano ancora grigi i miei capelli ed ero lieto. Le fatiche dei monti stanno dietro di noi, davanti a noi stanno le fatiche della pianura".

Bertold Brecht coglie il senso di aspettativa dello straniero che vive la separazione dal proprio paese con la dolcezza di colui che si percepisce come risorsa e non come emergenza continua.

Il progetto S.I.S.S.I., da poco concluso a Cosenza, ha veicolato, in un contesto socio culturale ostile alle politiche di genere ed all'integrazione, un modello aperto di comunicazione e cooperazione tra donne italiane ed emigrate residenti, promuovendo la partecipazione di quest'ultime all'Economia locale, anche attraverso la presa di coscienza dei propri diritti e dei doveri che il paese ospite impone alle persone straniere. Marcela, Maria, Florentina, Valeria, Anna, Simona, Mihaela, Natasha, Manuela, come gruppo di studio innovativo ha lanciato la sfida di un modello mediterraneo d'integrazione in cui i valori che stanno alla base della storia comune, delle tradizioni, delle religioni, vanno coniugati con innovazione, competitività, crescita non fine a se stessa ma volta a valorizzare persone, comunità, territorio. Donne straniere residenti nell'Area Urbana di Cosenza, selezionate nel corso della valutazione ex ante, dai partners del Centro Italiano Femminile Nazionale, la Cisl Unione sindacale e territoriale di Cosenza ed il Comune di Cosenza, Assessorato alle Pari Opportunità.In uno spazio virtuale di relazioni ed offerte formative, si è costituito il gruppo di studi in cui le donne straniere sono entrate in relazione con le donne del CIF, rappresentate nei vari livelli : Ufficio di Presidenza Nazionale CIF con Renata Micheli, Regionale con Carmelina Smeriglio, Provinciale con Gisella Florio e Comunale con Maddalena Arnoni; il rappresentate della CISL Alessandro Nucci, e l'Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Cosenza Francesca Bozzo.Estremamente innovativa la costruzione di queste Reti Sociali, considerato il difficile contesto territoriale di riferimento; innovativa la realizzazione della Banca del Tempo e della Mostra Permanente"Donne immigrate portatrici di valori e di conoscenze" in cui competenze e saperi acquisteranno valore nell'impostazione di buone prassi da veicolare in altri contesti comunali.I risultati del progetto verranno presentati nel mese di Maggio in un Convegno organizzato dal Centro Italiano Femminile, dalla CISL e dall'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cosenza, presso il salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi."