Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Piedibus 2009: tanto entusiasmo tra gli scolari, ma pochi i genitori-accompagnatori

30 apr 2009
Speedy Gonzales, Millepiedi e Pinocchio: i nomi accattivanti indicano i percorsi lungo i quali procederanno gli alunni di due istituti cittadini per raggiungere scuola a piedi ed imparare così ad apprezzare quella che dovrebbe essere una sana abitudine per tutti.

Parte lunedì 4 maggio il progetto Piedibus 2009, dopo il successo della edizione sperimentale dello scorso anno.

Voluto e organizzato ancora una volta dall'Assessorato ai Trasporti, il progetto è stato presentato alla stampa dal Sindaco Salvatore Perugini, dall'Assessore Agostino Conforti, dalla Dirigente del Settore Trasporti Filomena Redavide, dal responsabile del progetto Antonio Munno, dal Comandante della polizia municipale Gianpiero Scaramuzzo.

Due le scuole interessate: la "De Matera" di via Aldo Moro e la "Plastina" di via Roma, per un totale di 45 bambini.

"Sarebbero stati molti di più - ha detto l'assessore Conforti-  ma all'entusiasmo degli scolari e degli insegnati non è corrisposto altrettanto fervore da parte dei genitori, pochi dei quali hanno accettato il ruolo, indispensabile, di accompagnatori. E' un peccato, perché tante altre scuole si sarebbero unite volentieri all'iniziativa, che ha aspetti positivi indubbi, riconosciuti da tutti, tranne che da qualcuno che si attarda a fare polemiche politiche incomprensibili. A questi dico: confrontiamoci sulle idee e, se sono buone, riconosciamolo e lavoriamo insieme per realizzarle."

I vantaggi del progetto sono stati efficacemente sintetizzati dalla dirigente Redavide: "Insegnando loro ad andare a piedi, ai giovanissimi si dà un messaggio preciso su come comportarsi per salvaguardare la salute e rispettare l'ambiente. Inoltre, si offrono i primi rudimenti di educazione stradale e civica. Lo sforzo organizzativo è per la struttura comunale notevole, ma proficuo e gratificante."

Dal punto di vista della sicurezza, il progetto viene seguito, come già lo scorso anno dai vigili urbani "che -ha detto il Comandante- offrono la loro assistenza con entusiasmo. Piedibus, del resto, si inserisce nel discorso di sicurezza stradale preventiva che stiamo conducendo".

"I nostri figli -ha concluso il Sindaco- pagano lo scotto del modo di vivere di noi genitori. Pur appartenendo ad una generazione che a scuola andava a piedi, abbiamo dimenticato questa sana abitudine, sacrificandola alla fretta e all'esigenza di raggiungere rapidamente i nostri molteplici impegni. Il progetto Piedibus si propone un'inversione di tendenza e perciò va sostenuto. Ci impegneremo perché cresca il coinvolgimento dei genitori e perché ad un numero sempre più cospicuo di bambini sia offerta la possibilità di recuperare momenti preziosi per la salute e per la socialità. Contiamo su questo aiuto, ma siamo pronti, se necessario, ad andare avanti comunque, con la struttura a nostra disposizione, che molto si sta prodigando. E a chi fa interrogazioni di cui non si capisce il senso, rispondo che tutti i progetti che vanno in direzione di un miglioramento della qualità della vita vanno perseguiti".

 Antonio Munno ha dato conto dei percorsi. Speedy Gonzales parte da Piazza Cappello e ha le sue "fermate" in piazza Skandeberg, via Misasi, angolo via Miceli, capolinea la scuola di via Roma. Qui arriva anche il secondo percorso, il Millepiedi che parte da piazza Europa e procede con tappe a via Tobagi, piazza Loreto, Largo Perugini, piazza Bilotti.

Capolinea, invece, alla scuola di via Aldo Moro per il percorso Pinocchio che parte da piazza Bilotti e procede per Largo Perugini e piazza Loreto.

Ai bambini e agli accompagnatori sarà consegnato un kit con pettorine, cappellini, palette e  fischietti per essere immediatamente riconoscibili e per rafforzare il senso di appartenenza ad un progetto che vuole essere d'esempio a grandi e piccini.