Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

"La Scuola adotta un monumento": delegazione del Comune ricevuta dal Capo dello Stato

07 apr 2009

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto al Quirinale, in occasione del venticinquennale della Fondazione Napoli '99, una delegazione - guidata dalla presidente Mirella Barracco - di rappresentanti dei Comuni ed esponenti del mondo scolastico e della cultura che animano la Rete Nazionale "La scuola adotta un monumento", riconosciuto come progetto pilota europeo per l'educazione permanente al rispetto del patrimonio storico-artistico e ambientale.

Un impegno avviato dalla Fondazione nel 1993 con la prima cerimonia di affido di monumenti del capoluogo partenopeo alla quale Giorgio Napolitano aveva partecipato, allora nel ruolo di Presidente delle Camera dei Deputati.

Il Comune di Cosenza - presente nell'iniziativa con grande partecipazione di scuole di ogni ordine e grado della città che hanno prodotto anche interessanti materiali documentari tra cui una guida e un CD rom - ha partecipato alla cerimonia romana con il suo Assessore alle politiche scolastiche Maria Lucente e con il Dirigente del servizio Luigi Bilotto.

L'Assessore Lucente ha testimoniato il grande interesse dell'Amministrazione Comunale di Cosenza per il prosieguo dell'iniziativa evidenziando come l'adozione del monumento parta dalla sua conoscenza e si concluda con la sua costante salvaguardia. "Soprattutto in questo momento di grande notorietà artistica della città di Cosenza, grazie al Museo all'Aperto Bilotti ma anche all'installazione di altre importanti opere d'arte contemporanea in diversi punti della città, è necessario che ai giovani si trasmetta il senso dell'appartenenza unito al dovere della custodia e della conservazione del bene artistico".

Tra le prossime iniziative della Fondazione Napoli '99,  che vedranno presente la Città di Cosenza, la partecipazione al 150° anniversario di Torino Capitale che avrà luogo nel 2011. In quell'occasione le città italiane aderenti al progetto saranno fortemente impegnate in un progetto di promozione del sentimento di identità nazionale.