Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Siamo tutti pedoni: manifestazione conclusiva alla Città dei Ragazzi

24 apr 2009

Giovanni ha nove anni e frequenta la quarta elementare alla scuola Montessori di via degli Stadi.

Berretto blu e pettorina d'ordinanza, il ruolo di ausiliario del traffico è subito suo. E con tanto di paletta diventa il protagonista di una delle attività che questa mattina hanno animato il grande piazzale della Città dei Ragazzi, teatro della manifestazione conclusiva di "Siamo tutti pedoni", campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada.

Cosenza è tra le dieci città d'Italia che hanno aderito all'iniziativa e l'Assessorato ai Trasporti di Agostino Conforti si è molto prodigato per dare alla campagna la risonanza che meritava.

Lavoro premiato dai circoli didattici cittadini che hanno dato una grande risposta, tanto da far convogliare nella bella struttura di via Panebianco centinaia di bambini, circa 700. Nemmeno le scuole dell'infanzia hanno fatto mancare la loro presenza. Ed è proprio il piccolo Biagio, quattro anni, del VI circolo, che di fronte al segnale che si trova in prossimità dei luoghi frequentati da bambini risponde simpaticamente alla domanda del vigile urbano che "quando si incontra quel segnale tutti i bambini devono correre".

Il percorso dei piccoli comincia però dalla cosa più affascinante per loro - sia maschietti che femminucce -, la motocicletta del vigile. È una vera e propria gara per montare in sella e qualcuno si lascia andare anche ad una roboante accelerata, meglio ancora se a sirena spiegata.

Pazienti i vigili urbani, sotto l'occhio attento del loro Comandante Giampiero Scaramuzzo, spiegano ai bambini tante cose del loro mestiere, pongono domande sulle regole della strada ed i bambini prontamente rispondono. Perché a questa giornata ci sono arrivati preparati, hanno già studiato in classe con i loro insegnanti e quanto hanno imparato è stato tradotto in tanti disegni che sono stati allestiti in mostra nello scrigno giallo della Città dei Ragazzi dai giovani del servizio civile del Comune di Cosenza.

Dopo le moto è la volta del furgone dei vigili urbani, quello - spiega una vigilessa - che accorre in caso di incidenti ma anche quello dotato dell'attrezzatura per misurare il tasso alcolico degli automobilisti. "Attenzione - ammonisce sorridendo la vigilessa - dite ai vostri genitori o ai vostri fratelli che hanno già la patente, che quando si è bevuto, meglio non mettersi alla guida". I bambini annuiscono, sanno anche questo. Momento di festosa confusione per formare sul piazzale, con i bambini stessi, la scritta "siamo tutti pedoni", e grande accoglienza per il Sindaco Salvatore Perugini venuto a salutare le scolaresche e soprattutto a consegnare loro una bella targa ricordo.

Peccato non ci sia l'ass. Agostino Conforti, costretto a casa dalla bronchite. Il Sindaco lo ringrazia per il suo lavoro così come ringrazia per l'impegno tutto il Corpo dei Vigili urbani di Cosenza ed il loro Comandante. Si rivolge poi ai bambini e alle loro insegnanti che - dice - "con competenza e pazienza li accompagnano nel loro percorso di formazione. Il nostro progetto di educazione alla sicurezza stradale non finisce qui e continuerà a coinvolgere proprio i bambini. Voi, che siete il nostro futuro, dovete acquisire quegli elementi per circolare meglio, per rispettare le regole e dunque migliorare la qualità della vita della vostra città. Riprenderemo a settembre con un'idea di città che va percorsa a piedi e in bicicletta, un'idea che deve entrare nella cultura di tutti noi.  E allestiremo per voi, proprio qui alla Città dei Ragazzi, una pista fornita di segnaletica stradale perché i bambini, a bordo di macchinine, possano percorrerla ed imparare così i segnali. E quando dimostrerete di averli imparati vi sarà consegnato anche il foglio rosa".

I bambini applaudono. Imparare le regole giocando è il metodo migliore per diventare bravi adulti.