Home Page » Canali » Archivi » Notizie » Archivio Comunicati Stampa

Le Ferrovie dello Stato vogliono abbandonare l'area urbana: denuncia dell'ass. Conforti

18 dic 2008

 L'assessore alle Politiche dei Trasporti del Comune di Cosenza, Agostino Conforti, ha indirizzato una lettera al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, al Presidente della Regione Calabria, al Presidente della Provincia di Cosenza ed al Presidente di TrenItalia SpA per denunciare - a sostegno di quanto già fatto dalle Organizzazioni sindacali - la volontà da parte di Ferrovie dello Stato di abbandonare l'esercizio del servizio di trasporto pubblico su ferro nell'area urbana cosentina.

"L'ulteriore riduzione dei treni in arrivo e la cancellazione dei servizi di pulizia dei treni in partenza da Cosenza, ci dicono - scrive l'ass. Conforti - dell'ulteriore pervicace atto di disinteresse,  in un periodo storico in cui il servizio pubblico deve farsi ancora più carico delle esigenze anche sociali di un territorio disagiato".

 "E' il momento di dire basta - afferma con forza l'amministratore di Palazzo dei Bruzi. Occorre programmare il potenziamento delle linee ferroviarie rendendo funzionale la stazione di Cosenza quale nodo di interscambio per il traffico passeggeri e merci, ed esaltando le professionalità delle maestranze locali".

"Il riguardo di TrenItalia alle sue esigenze di bilancio - scrive ancora Conforti - non può essere esercitato a danno dei cittadini e degli utenti dell'area urbana cosentina che hanno diritto ad un adeguato numero di treni, tutti puliti e funzionanti".

L'assessore Conforti sollecita dunque i destinatari della sua missiva ad un incontro che "metta a confronto - conclude - la nostra comunità ed il Ministro dei Trasporti ed Infrastrutture, TrenItalia SpA, R.F.I. SpA, la Regione e la Provincia al fine di poter garantire il trasporto su ferro anche nell'area urbana cosentina".